PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dedicato a te

Allo specchio vedo una persona diversa. Il vero me stesso. Quel me stesso che dovrebbe starti accanto. Il dolore è grande quando scopro che così non può essere. Mero egoismo. Mere convinzioni sociali. Menti chiuse.
Così come ho imparato, grazie a te, ad amare con tutto me stesso, così ho imparato a odiare quelli che mi hanno allontanato da te. Tra loro rientrano anche i miei genitori, e allora? Cambia qualcosa? Proprio da loro non mi sarei mai aspettato una delusione del genere. Un tradimento alla mia persona. Io che di loro mi fidavo ciecamente, credendo che mi avrebbero sempre lasciato amare chi volevo. E che vengo a scoprire, dopo tanto tempo? Che non è così, che erano solo parole dette per mettermi a tacere quel momento. Nel momento del bisogno, la gente è bravissima a rimangiarsi le parole che si pente di aver detto in precedenza. Dove sta lo sbaglio? Perchè non posso, non possiamo amarci? Tranquillamente, con tutto quello che può comportare. Dopotutto, siamo o non siamo persone responsabili che hanno agito sempre secondo giudizio? Trovatemi un motivo valido perchè questo nostro amore deve essere negato! Non c'è! Il muro che ci divide non ha motivo di esistere. Averti a pochi centimetri di distanza... e non poterti realmente avere con me... è qualcosa che mi uccide. So che per te è uguale. Sebbene non lo dimostri. Ma quando ti guardo negli occhi riesco a scorgere quell'amore che mai ha cessato di esistere. E mi fa ancora più male. Ci sono poi momenti di follia, in cui mi auguro di non essere mai nato o non esserci mai conosciuti, durano un attimo. Ma come mai potrei? Tu che mi hai cambiato la vita! Che l'hai elevata a qualcosa di più come mai prima. Che mi hai trasmesso una gioia di vivere diversa, facendomi capire il valore di amare e di avere qualcuno accanto. Ed è proprio ora che manchi che mi sento morire. Togliete a qualcuno l'unica cosa che possiede, l'unica a cui tenga davvero, come dovrebbe sentirsi? Beh, tu eri il mio tutto, l'unica cosa a cui davvero tenessi, conquistata con fatica, e adesso che ci hanno divisi? È perlomeno comprensibile. È ovvio che mi senta finito. Senza più un briciolo di vita in corpo. Non scherzavo quando, dichiarandomi a te, ti dissi che nelle tue mani ponevo il mio cuore e che ne avresti potuto fare ciò che volevi... regalo che hai ancora, e vedendomi così te ne rendi anche conto. Ed eravamo stupidi quando, anche solo scherzando, dicevamo che nessuno dei due meritava l'amore dell'altro. Si. Ho capito che l'amore non si merita. È un regalo, un dono, e come tale viene ricevuto, che lo si meriti o no. Ed è bellissimo che sia così, bellissimo e terribile. E i tentativi di dimenticare sono inutili, ogni giorno davanti agli occhi mi si presenta il fallimento. Musica? Abbiamo condiviso tutto, ogni canzone mi richiama alla mente il tuo viso, bellissimo, lo sguardo celestiale che ti contraddistingue, il sorriso che prepotentemente mi entra dentro e non esce più. Sport? Non sento più la voglia di fare alcunchè, sebbene ci provi. L'unico modo di attutire il male sono forse i miei amici più cari, le sigarette, e forse il non vederti. Ma è inutile anche quello, per me lontano dagli occhi non corrisponde a lontano dal cuore. È solo un minimo attenuante. Tutti a insistere: ma perchè non potete essere solo amici, un'amicizia intima come mai nessuna, che vi porterete avanti per sempre! E vorrei che fossero dentro di me, dentro di noi, per capire. Non siamo mai stati amici, non lo saremo mai. Non possiamo. Siamo qualcosa di più, e sforzarci di sembrare altro non serve, ci prendiamo solo in giro. Non mi aspetto più niente dalla vita, ho ricevuto molte e ripetitive delusioni. Mi baso solo su ciò che accade, non programmo più niente, poichè tutto potrebbe crollare da un momento all'altro... come noi. Per colpa di terzi che non avevano il minimo diritto di far finire la nostra storia. Aspetto il domani. Provo a viverlo per quanto possibile al meglio. Fallisco e ricomincio. Fallisco di nuovo. Per vivere mi servi tu.

Voglio tenerti le mani. Ti amo.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • angela testa il 11/02/2012 17:13
    non credo che una persona che descrivi l'amore cosi forte possa fermarsi davanti a degli oscacoli stupidi... l'amore è forte basta volerlo è supera tutto... tutto... io dico che la prossima poesia sarà... quando ci amiamo... in bocca al lupo...
  • Anonimo il 20/05/2011 11:53
    Aspetta Vic... se è così forte e bello come lo hai descritto... vedrai l'amore vincerà su tutto... te lo auguro di cuore... complimenti bello

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0