accedi   |   crea nuovo account

Lettera d'amore

Mio amato bene,
è appena partito il treno che mi ha diviso dai tuoi occhi di mare.
Io non so se l'azzurro del cielo potrà colmare il vuoto del tuo sguardo vivo e profondo; se nell'angolo di mondo verso il quale mi dirigo, riuscirò a placare lo struggimento della tua assenza.
Sto vivendo, istante dopo istante, la solitudine di te nella corsa decisa di questo treno, che va sperdendo a poco a poco il profumo della tua pelle e, ancor più, mi sconforta l'amarezza di non udire la tua voce dolcissima e gioiosa già distante nell'eco remota di queste ore.
Sono solo con me stesso e cerco inutilmente un varco per spaziare oltre questi vetri di treno perché i miei occhi possano sconfinare oltre la barriera dei monti e dei villaggi che si frammettono.
Fuori, si piega ogni chioma al vento dei distacchi, sfilano i casali nelle immagini lacerate dalla corsa e scivolano inebetite le nubi nella gola oscura del tramonto.
Ogni spiraglio di questo giorno va declinando di luce, mentre il tuo volto si leva ad accendermi lo spirito di tenue speranza.
Ora, ti prego, serba in me questa tua luminescenza, questa fulgida cometa in cui ti trasfiguri regina del mio tempo vuoto e lontano, sii perseverante a soggiogarmi ancora con le tue moine.
Mi conforta l'idea di vivere afferrato ai pochi simboli che di te mi restano in custodia nel cuore, scrigno segreto d'ogni tuo frammento dorato, di gesti, di parole, d'accenti armoniosi che si assemblano nell'incanto della tua esistenza.
Ed il pensiero d'averti vicina per vegliarmi nei sogni futuri, ti conforma già nell'immagine alla quale non saprei sottrarmi, né potrei eludere, per la passione di cercarti, lo strale di cielo da cui potresti rilucere per espandere tepore sino alla mia stanza.
Credimi, se tu ora restassi come sei, così luminosa al mio cospetto, saprei resistere al tormento d'averti perduta, e saprei vivere ristorato sempre dal tuo calore e dalla sorgente consolatrice del tuo sguardo.
Ecco, già alberghi nel mio spirito che ti culla, ti accarezza, mi volge in letizia la tua presenza e torna a risplendere il mio spento sorriso.
Questo battito si sofferma sulle cose d'intorno, divaga in mille altri pensieri che di te mi accompagnano e mi rasserena in leggerezza la tua presenza.
Tu mi dai la forza di schiudere il germoglio del mio cuore chiuso alla stagione infinita d'un altro tempo di vita. E si muove il ricordo a quelle albe di promesse di cui tante volte parlammo per meditare scelte e attese.
Il bagliore di cui il tuo viso s'adorna, illumina il mio cammino e mi conduce alla certezza di annullare le distanze, varcando le soglie anonime delle infinite strade riservate ad ognuno.
Ed il brivido delle tue carezze non svanisce neanche alle vibrazioni metalliche di questi binari, così provati e consueti alle note dolenti d'infiniti addii ed oblii voluti o forzati.
Tu, ora vai attenuando la frontiera di questo addio ed acquieti la mia pelle come i veli d'una luna placida e feconda, nella ronda d'imperio che la notte le accorda.

12

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Graziano Giudetti il 06/06/2011 14:26
    Grazie Terry, ho gradito molto le tue parole, ciao a presto, nell'amicizia, Graziano
  • terry Deleo il 05/06/2011 18:19
    Su consiglio di un'amica ho letto la tua intensa lettera d'amore:mi ha tanto emozionata e rasserenata allo stesso tempo.
    I miei complimenti.
    terry
  • Graziano Giudetti il 04/06/2011 08:02
    Grazie ancora, cerco di dare attraverso la poesia, uno spiraglio di speranza per tutti, ciao
  • Anonimo il 03/06/2011 16:39
    Caro Graziano, trovo che la scrittura epistolare, sia meravigliosa, poichè in primis si riflette si pensa e poi si trasemttono pensieri ponderati e pensati a ragione... in questa tua bellissima lettera sono bastati pochi istanti di solitudine per esprimere un amore bello soave d'altri tempi... sono d'accordo con la mia amica Nico, anche lei brava scrittrice, con ciò che ha commentato... complimenti di cuore veramente bella!!!!
  • nicoletta spina il 21/05/2011 13:51
    Questa lettera meravigliosa è una poesia dall'inizio alla fine... ma ho la sensazione che non ci sia fine, in questo amore eterno che in ogni dove sublima la sua essenza.
    Complimenti!!
  • Giorgio De Simone il 21/05/2011 11:08
    Graziano, da tempo non leggevo qualcosa che mi emosionasse così tanto.
    È semplicemente sublime, perfetta ed ho paura che ogni altra parola potessi aggiungere possa togliere valore a questo testo meraviglioso. Sei un grande poeta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0