accedi   |   crea nuovo account

Tonno... subito!

é una calda giornata estiva, il bel tempo mi mette di buon umore : decido di fare quattro passi in centro.
Se qualcuno mi avesse detto, che mi restavano poche ore di vita... Ah, no... questo l' ho già scritto: è "L' Imprevisto" !
Allora, resto a casa, così mi rilasso e magari scrivo qualcosa.
Chi bussa, alle tre del pomeriggio?
Mai un attimo di pace.
é la posta... macché, il solito trucco : il modo per far aprire il portone e riempire la buca delle lettere con la pubblicità.
Visto che sono sceso nell' androne, vediamo di che si tratta : le offerte dei grandi magazzini.
Prendo tutto e torno dentro casa ; non so perché, ma nonostante sia veramente poco interessato, comincio a sfogliare l'opuscolo.
Solite cose : birra scadente ad un prezzo "conveniente", detersivi magici che puliscono da soli e una quantità di" 3x2", che è solo il modo di far comprare un pezzo in più, di un prodotto che altrimenti, non avremmo mai considerato di mettere nel carrello!
Ma, una foto a colori, di due lattine di tonno della mia marca preferita, attira la mia attenzione.
La scorta, in casa, sta per esaurirsi; forse non è stato male, aprire questo giornale.
Avete mai riflettuto, sull' importanza delle scatole di tonno, nella vita di un uomo?
Io, non rimango mai senza; sono loro che mi danno la possibilità di continuare le mie attività, fisiche e mentali, (ammesso che ce ne siano, di queste ultime)fino all' ultimo momento. Non devo preoccuparmi, di rimanere senza niente da mettere sotto i denti.
La sicurezza di un pasto "sicuro e pronto", mi fa stare sereno, mi sento più sciolto.
é una questione di affidabilità : la scatoletta non tradisce, ti offre quello che ti aspetti.
Quante volte, ho raccontato ai miei colleghi, la favoletta dei pranzi "a base di pesce", scatenando l' ilarità di chi immaginava di cosa stavo parlando!
Lei, riposa sullo scaffale, sicura, si sente a casa.
Rimane lì , paziente, ad attendere quella sera, in cui farò scattare la linguetta, per gustare la sostanza, del cibo d' emergenza.

A questo punto, potrebbe forse calare un velo di tristezza, ma non è così.
Infatti, sapere che comunque non morirò di fame, spesso mi stimola a cucinare...
nuovi piatti, più gustosi.
Anche se, impegnano, per il loro tempo di preparazione, alla fine è una soddisfazione, mettere in tavola, qualcosa che restituisca il piacere del tempo speso.
Devo dire, però, che non sempre il gusto che arriva al palato è all' altezza di quello sperato!
Allora, si potrebbe pensare, che quello che abbiamo, ci appare "normale", mentre, siamo disposti a sbracciarci per ottenere qualcosa che consideriamo "particolare".
Ma, non sarà invece, che il tonno in casa... non deve mai mancare?
Quasi quasi, faccio un salto al supermercato...

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Bruno Briasco il 08/06/2011 13:59
    Simpatia ironia d'una scatoletta di tonno.. che non deve mai mancare... se no mi rivolgo a Giacomo e me lo faccio pescare direttamente.
  • Isaia Kwick il 01/06/2011 08:37
    Quanti milioni di uomini nel mondo hanno una scatoletta di tonno in casa.
  • Anonimo il 27/05/2011 13:03
    Vi capisco, voi poveri comuni mortali... io il tonno me lo pesco, la scatoletta non so cosa sia. Chi non ha provato il carpaccio di filetto di tonno fresco non ha mai sentito il sapore del mare. Giuro!... scusate, dovevo dirlo... ahahah... ciaociao a tutti, anche a Elisa, detta la simpa.
  • ELISA DURANTE il 27/05/2011 13:00
    Ironico e divertente dal titolo alla fine! Gustoso con i pelati (pomodori, che hai capito!), ottimo con le patate lesse, se hai della maionese e dei capperi, poi, ci prepari un "pesce finto" che è una favola. Se non ne hai una buona scorta... non puoi andare in barca!
  • Giorgio De Simone il 26/05/2011 23:17
    Da buon napoletano io mi sentirei ancora più tranquillo se accanto al tonno ci fosse anche una bella scatola di pomodori pelati.
    Bel testo che invita alla riflessione. Piaciuto.
  • Anonimo il 26/05/2011 06:47
    Originale come sempre, Marcello. Riuscire a costruire un racconto che racchiude una filosofia di vita in poche righe e prendendo per spunto una scatoletta di tonno non è da tutti. Io non ne sarei capace... bravo davvero. ciaociao
  • Fernando Piazza il 26/05/2011 00:26
    Io ci ho scritto un racconto sulla scatoletta di tonno (accompagnata da un'insalata), la tipica cena triste di un uomo lasciato solo in casa dalla dolce metà. Il titolo è "La cena" appunto...
    Il tuo racconto conferma in pieno la teoria dell'uomo pigro e indolente alle prese con la cucina. Bravo Marcello. Invidiabile la tua capacità di costruire una storia partendo da uno spunto semplice e banale e renderla divertente e originale.
  • nicoletta spina il 25/05/2011 22:43
    Sono d'accordo sul fatto che il tonno in casa non deve mai mancare, per la sicurezza di avere qualcosa di pronto... e anche per l'importanza di essere normali... essere particolari lo lascerei ad altri campi, per esempio quello di saper scrivere un racconto su cose normali facendo riflettere sulla vita e la quotidianità... Bravo Marcello, piacere di averti conosciuto!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0