accedi   |   crea nuovo account

Il futuro dietro un dito

Al centro della Sicilia in un piccolo paese, due bambini un fratello e una sorella, si aggirano per le vie di quel paese su delle bici.
Hanno dei tratti nordici.
Lei, lunghissimi capelli biondi sciolti sulla maglietta bianca resi ancora più liberi da un lieve vento sottile che gioca a scombinarli.
Lui, grandi occhi verdi incorniciati tra le piccole sopracciglia bionde e le lentiggini del volto.
I due corrono allegri e spensierati divertiti da un non nulla, ad un tratto li vedo rallentare la corsa per fermarsi dinanzi ad un vecchio del luogo che al loro arresto prolunga il suo inchino dolcemente per accogliere la loro richiesta d'aiuto; gli sguardi vivi dei giovani ansiosi e del vecchio si incontrano e lui solleva una mano indicando una direzione mentre i due, dopo aver scrutato ogni movimento del dito che indica la via, sorridendo si incamminano verso la strada che li attende.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marcello Piquè il 24/02/2013 10:52
    ci hai detto poco ma ci fai lavorare tanto con la fantasia
  • paolo molteni il 16/06/2011 16:15
    breve ma emozionante...
  • ELISA DURANTE il 15/06/2011 13:28
    Un grazioso incipit, spero, di qualcosa che proseguirà...
    I due piccoli sono discendenti degli antichi occupanti Normanni, e quindi siciliani a tutti gli effetti, o sono vacanzieri provenienti da chissà qual paese nordeuropeo?
    Quale futuro li attende? Mi hai incuriosito!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0