PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'estremismo

Bianco o nero.
Lusso o cimitero.
Non ci sono più vie di mezzo, viene disprezzata la mediocrità, si è disposti a pagare un caro prezzo, sé stessi, la propria umanità, pur di raggiungere quell'illusorio benessere, l'economica libertà. A questo punto puoi far tutto, uscire la sera, avere tutte le comodità, prendere in mano il telefono, ovviamente l'ultimo modello, e pensare:
Chi posso chiamare stasera?
La vita oggi è così, ti spinge all'assoluto, a l'estremismo, a farti perdere l'umanità. Ma come per la politica, tutto ciò porta all'instaurazione di una dittatura, al dovere di fare, che non lascia libertà, sei costretto a cercare un pezzo di pane oppure un po' di felicità. Ma quando capisci l'assurdità del tuo sogno americano potrebbe essere troppo tardi, un punto di ritorno, potrebbe non esserci nessuna torcia a illuminarti, a farti ritrovare la sanità. E quindi vai avanti, speculando, lucrando, sai che chiunque può esserti amico, non in verità ma almeno all'occasione, e potrai pensare di essere importante nel tuo mondo virtuale, fondamentale per la società, ma quando perderai il tuo ruolo, i tuoi beni, i tuoi soldi, finirai per restare solo. È il triste destino scelto da molti, essere odiato in vita, ignorato nella morte.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Massimo Di Stefano il 25/06/2011 14:40
    ci ho trovato diversi spunti, per me, intessessanti. pozdravlyayu

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0