accedi   |   crea nuovo account

Le orme nel bosco

Nella contea di Yellowsrock, il Ranger Willy Haidelberg si apprestava a fare un giro di perlustrazione nelle zone alte del parco, un posto di montagna raggiungibile in un paio d'ore di jeep, alcuni boscaioli il giorno prima, gli avevano segnalato strane tracce sul terreno, non riconducibili a nessun animale del posto. Per trovare il luogo esatto i boscaioli gli avevano dato le coordinate GPS esatte, arrivato nei pressi doveva affrontare una camminata nel bosco di circa mezz'ora, le tracce visibili s'incontravano al termine della foresta, vicino ad una radura che portava ad un lago, più in giu' a valle. Il tragitto lo percorse in due ore esatte, scese dalla jeep munito di macchina fotografica e GPS, e si adentro' nel bosco senza seguire un sentiero preciso, ma solo seguendo le indicazione del GPS, non era facile avanzare la vegetazione era fitta, raggiunse le tracce in quarantacinque minuti, scatto' la prima foto alla orma più visibile e di seguito alle altre meno dettagliate, cerco' di seguire le tracce per vedere dove conducevano, spesso le perdeva nella vegetazione ma riusciva sempre a ritrovarne delle altre, e seguendole raggiunse un casotto abbandonato, dette una breve occhiata all'interno ma niente di particolare richiamo' l'attenzione del Ranger, perlustro' il terreno circostante e noto' le stesse orme più grandi, come che fossero due gli individui, presumibilmente maschio e femmina penso' Willy. Si mise a studiare dettagliatamente questa orma grande e profonda, scatto' varie foto e penso' che il suo amico Joe Santana del fondo per il recupero degli orsi dello stato del Montana, quando visionera' gli scatti sapra' dirle a che animale appartengono. Veramente si sentiva frustrato a non riconoscere quel tipo di impronta lasciato da quel misterioso animale, se di animale si trattava, l'orma pareva di un orso ma aveva un dito in più o un uncino qualcosa che lo rendeva un arto prensile. Continuo' a seguire le tracce che continuavano ben marcate sia le più piccole che le grandi, davano l'impressione che camminassero fianco a fianco, dopo qualche metro udi' lo sfrondio di una pianta e Willy si accuatto' per scrutare meglio e per identificare da che parte sopraggiungesse il rumore senza il rischio di essere visto, con suo stupore vide Yoghi e Bubu con alle zampe delle strane protesi, l'ennesima burla di Yoghi, se lo doveva immaginare.
Rientrato in ufficio mise i due furfanti in cella a pane e acqua per ventidue giorni, il massimo che poteva comminarli senza che le associazioni della protezione degli animali gli rompessero il cazzo.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0