username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il destino è

Le primule sbocciavano, il sole illuminava l'immenso campo e quella stradina di profumati germogli fioriva. Vidi sul ciglio della strada un uomo con lo sguardo smarrito. Continuai ad osservarlo, qualcosa in lui mi colpì, di certo non era il suo sguardo, troppo distante per trarne un'immagine nitida. Incuriosita rientrai in casa, salendo su per le scale oramai da me dimenticate, troppi ricordi di due giovani innamorati. Ansimante, sbirciavo da quella ormai scolorita finestra. Lo vidi era lì, aspettava chissà cosa, chissà chi. Finalmente si voltò, avrei riconosciuto tra miliardi di stelle i suoi occhi, azzurri come il mare, immensi come il cielo. Rimasi immobile, il cuore non aveva più parola, il suo profumo risvegliò i ricordi di quel' intramontabile amore. Prima ancora di rendermene conto mi ritrovai con un nodo alla gola senza riuscir a dire una parola. Eravamo così vicini e così distanti accecata da tanto splendore da non poter più respirare. In lontananza vidi arrivare una corriera, uno stormo d'uccelli sorvolò il cielo, il mio sguardo si perse tra dolci aliti di vento. Riposi lo sguardo su quella corriera, vidi la bussola chiudersi davanti ai miei occhi, taciti, smarriti, che nostalgici guardavano quel viso, viso che non avrei mai più rivisto. Non chiesi più nulla di quell'uomo svanito, ma di una cosa ero certa:era lui, il mio più grande amore. Ma il destino nemico della mia felicità ancora una volta mi riportò alla triste realtà.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Bruno Briasco il 18/07/2011 18:18
    Stesso pensiero di Giacomo... solo che mi ha preceduto da buon artista e maestro. Bravissima, nient'altro che un applauso sincero. E poi Nicoletta... ha ragione, spesso il destino (ma sarà proprio così?) ci impone scelte che non sono nel nostro preventivo di viaggio.
  • Giacomo Scimonelli il 17/07/2011 10:16
    un racconto stilato con grande maestria dove prevale la poeticità delle strofe.. la dolcezza dell'autrice arriva al cuore del lettore che si lascia coinvolgere da una trama dove il destino è incontrastato protagonista... destino che gioca... destino crudele... destino che mette sempre alla prova... stupendo racconto da 5 stelle... complimenti Ilaria
  • nicoletta spina il 16/07/2011 22:42

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0