PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perì ad occhi aperti

Il sole era ormai giunto al tramonto quando Bonariu, di ritorno a casa, scorse un oscuro uomo, armato di fucile, intento a scrutare un enorme roccia granitica. Riconoscerlo non fu difficile: trattavasi di Anania Colbu, noto bandito e sicario, errante per le campagne da circa due anni. Sulla sua testa pendeva una taglia vertiginosa; non furono pochi i delatori che tentarono, senza però riuscirvi, di farlo cadere nelle mani della benemerita. Reso alquanto inquieto da quella presenza, il pastore avvicinò il bandito con far cerimonioso:- ditemi un po', questo luogo è per caso di vostro gradimento? Sappiate che, se nutrite interesse a rifugiarvi qui per qualche tempo, le mie terre sono a vostra completa disposizione! Potrete tornare tutte le volte che vi occorre-. Affatto stupito da tanta ospitalità, il bandito si mostrò comunque compiaciuto:- apprezzo il vostro invito e vi ringrazio di cuore, state pur certo di rivedermi presto-.

Quella notte Bonariu aveva poco dormito e molto pensato: per quale motivo quel sanguinario gironzolava dalle sue parti? Era forse a corto di nascondigli?
O qualcuno, date le sue inimicizie, lo aveva assoldato per eliminarlo?
Fortemente tormentato da tali interrogativi ma anche desideroso di metter le mani su quell'enorme taglia, il pastore pervenì ad una rischiosa decisione: non appena Anania si fosse ripresentato chiedendo asilo, egli avrebbe finto di accoglierlo con grande ospitalità, per poi tradirlo conducendo le forze dell'ordine sul luogo del rifugio. Il giorno seguente si recò in tutta fretta al paese, in caserma, ad informare il brigadiere dell'incontro e del vile piano...

Trascorsero alcune settimane...
Mentre il sole cominciava a mostrare timidamente il suo volto da dietro le vette, una piacevole e leggera brezza avvolgeva l'intera campagna, qua e là diversi uccellini salutavano allegramente il nuovo giorno intonando un orecchiabile melodia. Destreggiandosi abilmente tra una moltitudine di massi e arboscelli, Anania Colbu, agile ed elegante come un capriolo, attraversava un impervio tratto di boscaglia onde poter raggiungere le proprietà del pastore Bonariu Serra. Nessun timore lo pervadeva, sicuro com'era di aver raggiunto la fama d'intoccabile, era certo che nessun uomo avrebbe più tentato di tradire la sua fiducia. Giunto in prossimità di un ovile, il bandito si sistemò dietro ad un grosso masso di granito, intenzionato ad attendere il servo di Bonariu che, di lì a breve, sarebbe arrivato a mungere le bestie...

Un poco impressionato dal precedente incontro, con timide e balbettanti parole, il piccolo Andria si affrettò a chiarire al severo padrone la situazione:- Tziu Bonariu, là fuori, all'ovile, un uomo mi ha incaricato di informarvi che ha necessità di conferire con voi ma, non adesso, non qui... desidera incontrarvi al tramonto nei pressi di sa grutta 'e Cosomeddu, terreno di vostra proprietà-. Le parole pronunciate da quel sudicio e smunto pastorello non poterono che rallegrare l'animo di Bonariu. Congedato il ragazzo con un freddo ringraziamento, il traditore cominciò a sognare ad occhi aperti: il denaro della taglia poteva realmente cambiar tutto, i giusti investimenti avrebbero consentito di raggiungere un elevato tenore di vita e, in quanto alle maldicenze, chi poteva dargli peso vivendo in così agiata posizione!

123

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Sergio Manconi il 28/07/2011 14:50
    ti ringrazio
  • alessandra scodino il 28/07/2011 13:14
    è propio così... vendetta... eseguita da mano esperta e paziente... loro sanno cogliere il momento giusto... un bel racconto... bravo
  • Sergio Manconi il 26/07/2011 12:01
    Grazie... concordo pienamente col giudizio da te espresso... ciao
  • Anonimo il 25/07/2011 23:38
    bellissimo racconto spero fantasioso, il bandito è una persona che non è gradita alla società, ma il traditore lo è ancora meno specialmente se è per denaro. ciao Salva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0