PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Elias Canetti

Ti piace Elias Canetti?  


Pagine: 1234... ultimatutte

Lei litiga perché poi piange meglio. Lui litiga perché poi si sente un toro

   10 commenti     di: Elias Canetti


Chi è veramente intelligente nasconde di avere ragione.

   2 commenti     di: Elias Canetti


Chi assisteva a una predica credeva in buona fede d'essere interessato alla predica Tutte le cerimonie e tutte le regole di tali istituzioni tendono in fondo a catturare la massa: meglio una chiesa sicura, piena di fedeli, che l'intero mondo infido

   2 commenti     di: Elias Canetti


Una noia mortale emana da quelli che hanno ragione e lo sanno.

   2 commenti     di: Elias Canetti


Mi sono insopportabili gli scrittori che collegano sempre tutto con tutto. Amo gli scrittori che si limitano, quelli che scrivono, per così dire, al di sotto della propria intelligenza, che cercano di ripararsi dal loro raziocinio, che se ne defilano, ma senza buttarlo via o perderlo. O quelli per i quali il raziocinio è nuovo, qualcosa che hanno acquistato o scoperto molto tardi

   1 commenti     di: Elias Canetti


Zoppica così bene che coloro che le camminano a fianco sembrano storpi

   6 commenti     di: Elias Canetti


Gli uomini non hanno più misura, per nulla, da quando la vita umana non è più la misura

   9 commenti     di: Elias Canetti


Chi ha imparato abbastanza, non ha imparato niente

   10 commenti     di: Elias Canetti


La struttura primordiale del potere, il suo cuore e il suo nucleo, si è spinta all'assurdo e giace in frantumi. Il potere è più grande ma anche più fuggevole che mai. Tutti sopravviveranno o nessuno

   2 commenti     di: Elias Canetti


Impara a memoria intere città prima di vederle. Ama i nomi delle strade che ancora non conosce. Essi appaiono nei suoi sogni, i nomi sono sempre più vivi dei luoghi che designano

   1 commenti     di: Elias Canetti




Pagine: 1234... ultimatutte

Elias Canetti e' stato uno dei più grandi scrittori del Novecento. Nato nel 1905 da genitori ebrei a Rustschuck, in Bulgaria, dopo varie peregrinazioni per l'Europa al seguito della sua famiglia, si stabilì a Vienna, dove si laureò in chimica. Non esercitò mai, ma si dedicò interamente alla letteratura. Dopo l'annessione dell'Austria alla Germania nazista si trasferì a Londra. Il successo internazionale gli giunse grazie al primo volume della sua autobiografia, La lingua salvata (1977). Nel 1981 fu insignito del premio Nobel per la letteratura. Tra le altre sue opere: Auto da fé, Il frutto del fuoco, Il gioco degli specchi, i racconti Le voci di Marrakech e i saggi Massa e potere, La coscienza delle parole, Il cuore segreto dell'orologio, La tortura delle mosche. Muore a Zurigo nel 1994.