PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Eugenio Montale

Ti piace Eugenio Montale?  


Pagine: 12tutte

Occorrono troppe vite per farne una



L'uomo dell'avvenire dovrà nascere fornito di un cervello e di un sistema nervoso del tutto diversi da quelli di cui disponiamo noi, esseri ancora tradizionali, copernicani, classici.

   5 commenti     di: Eugenio Montale


Io sono qui perché ho scritto poesie, un prodotto assolutamente inutile, ma quasi mai nocivo.

   0 commenti     di: Eugenio Montale


Bisogna andare in Oriente, vera sede delle religioni, per capire cos'è la religione. E, dopo tutto, il cattolicesimo è una religione orientale, che si è diffusa dovunque, ma che forse solo lo spirito di quei paesi può assimilare e accettare totalmente.

   6 commenti     di: Eugenio Montale


Lontano, ero con te quando tuo padre entrò nell'ombra e ti lasciò il suo addio.

   8 commenti     di: Eugenio Montale


L'uomo coltiva la propria infelicità per avere il gusto di combatterla a piccole dosi.



Nei tempi più gloriosi dell'arte, gli artisti si esprimevano imitando i grandi artisti del passato, e imitando trovavano se stessi. Un capolavoro era un'imitazione mal riuscita.

   9 commenti     di: Eugenio Montale


Il genio purtroppo non parla per bocca sua. Il genio lascia qualche traccia di zampetta come la lepre sulla neve.



Felicità raggiunta, si cammina te su fil di lama. Occhi sei barlume che vacilla, piede, teso ghiaccio che s'incrina; dunque non ti tocchi chi più t'ama.

   3 commenti     di: Eugenio Montale


Voi, mie parole, tradite invano il morso secreto, il vento nel cuore soffia. La più vera ragione è di chi tace.

   5 commenti     di: Eugenio Montale




Pagine: 12tutte

Frasi Eugenio Montale (1896 - 1981) è stato un poeta e giornalista italiano. Ha inoltre ricevuto il premio Nobel per la letteratura nel 1975.
Montale è un uomo schivo e distaccato, dichiara più volte di scrivere solo per sè stesso, la sua è una poesia spontanea volta a testimoniare la condizione dell'uomo nel Novecento.
Le principali raccolte di poesie di Eugenio Montale sono Ossi di seppia, Le occasioni, Xenia e Satura

Potrebbero interessarti anche

Libri di Eugenio Montale

La bufera e altro
 
commenti0