PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Fabrizio De Andrè

Ti piace Fabrizio De Andrè?  


Pagine: 12tutte

I vecchi quando accarezzano, hanno il timore di far troppo forte.



C'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo.



Dove sono andati i tempi di una volta, per Giunone, quando ci voleva per fare il mestiere anche un po' di vocazione



Tutti morimmo a stento
ingoiando l'ultima voce
tirando calci al vento
vedemmo sfumare la luce.
L'urlo travolse il sole, l'aria divenne stretta
cristalli di parole
l'ultima bestemmia detta



L'invidia di ieri non è già finita
stasera vi invidio la vita



La bella ch'è addormentata,

la la la
la la la
la la la

ha un nome che fa paura:

Libertà,
Libertà,
Libertà!

La bella ch'è addormentata,

la la la
la la la
la la la

ha un nome che fa paura:

Libertà,
Libertà,
Libertà!



Poi, d'improvviso, mi sciolse le mani e le mie braccia divennero ali, quando mi chiese: "Conosci l'estate?" io, per un giorno, per un momento, corsi a vedere il colore del vento.



Meglio esserci lasciati che non esserci mai incontrati.



Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.



questo nostro mondo è diviso tra vincitori e vinti dove i primi sono tre e i secondi sono tre miliardi. come si può essere ottimisti?





Pagine: 12tutte

Potrebbero interessarti anche