PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Friedrich Holderlin

Ti piace Friedrich Holderlin?  


Pagine: 123tutte

L'amore generò il mondo, l'amicizia lo rigenererà



Lo stato è il rozzo involucro intorno al nocciolo della vita e nulla più; è il muro che recinge il giardino, ove crescono i frutti e i fiori umani



Essere uno col tutto, questa è la vita degli dei, è il cielo dell'uomo!



Noi compiangiamo i morti, quasi sentissero la morte; e i morti hanno pur pace. Ma questo, questo è il dolore, che non ha uguali, questo è il senso dell'annullamento totale, che non dà tregua; quando la nostra vita perde così il suo significato, quando il cuore dice in tal guisa a se stesso: «tu devi cadere e nulla rimane di te; tu non hai piantato alcun fiore, non hai costrutto nessuna casa; oh, almeno potessi tu dire: io lascio sulla terra una traccia di me! Ahi! che l'anima può essere sempre sì piena di brama e nello stesso tempo, tanto scorata!»



Se volevo cercarla con l'occhio, si faceva buio innanzi a me; se mi volevo volgere a lei con una paroletta, mi soffocava in gola



Dove potrei trovare rifugio, se non avessi i cari giorni della mia giovinezza?



Voi errate in alto, nella luce su molle suolo, geni beati! Splendenti aure divine vi sfioran lievi, come le dita dell'artista sfioran le sacre corde Sciolte dal fato, come il dormiente poppante respirano i celesti; pudico avvolto in boccio timido fiorisce eterno a lor lo spirito e gli occhi beati guardano in calma chiarezza eterna. Ma a noi è dato in nessun luogo posare; scompaion, cadono soffrendo gli uomini ciecamente di ora in ora, com'acqua da masso a masso lanciata senza mai fine, giù nell'ignoto



Giorno e notte, un fuoco divino ci spinge ad aprire la via. Su vieni! Guardiamo nell'Aperto, cerchiamo qualcosa di proprio, sebbene sia ancora lontano



Non è l'uomo invecchiato, sfiorito, non è egli come una foglia staccata, che non ritrova più il suo albero e che ora viene sbattuta qua e là dai venti, finché la sabbia non lo seppellisce?



La mia anima è fuori del suo elemento, come un pesce sulla riva sabbiosa, e si avvolge e si agita, di qua di là, finché non si dissecchi nell'ardore del giorno





Pagine: 123tutte

Potrebbero interessarti anche