PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Friedrich Nietzsche

Ti piace Friedrich Nietzsche?  


Pagine: 1234... ultimatutte

Il mio principio è: vivi in modo che tu possa desiderare di tornare a vivere - com'è tuo dovere - poiché in ogni caso tu vivrai infatti di nuovo!



I pensieri sono le ombre delle nostre sensazioni: sempre più oscuri, più vani, più semplici di queste.



La nostra vanità è più duramente offesa proprio quando è stato il nostro orgoglio ad essere ferito.



Ora io sono leggero, ora io volo, ora io vedo sotto di me, ora danza un dio in me.



L'architettura è una specie di oratoria della potenza per mezzo della forma.



Non la forza, ma la costanza di un alto sentimento fa gli uomini superiori.



Il mondo vero lo abbiamo eliminato: quale mondo è rimasto? Quello apparente forse?... Ma no! Col mondo vero abbiamo eliminato anche quello apparente!



Quanto più già si sa, tanto più bisogna ancora imparare. Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere, o meglio il sapere del non sapere.



Non attribuiamo particolare valore al possesso di una virtù, finché non ne notiamo la totale mancanza nel nostro avversario.



Non augurate mai ad un invidioso di avere figli: sarebbe geloso di loro perché non può più avere la loro età





Pagine: 1234... ultimatutte

Frasi Friedrich Nietzsche (1844 - 1900) è stato un pensatore, filosofo e scrittore tedesco.
Riconosciuto come uno dei maggiori filosofi occidentali di sempre Friedrich Nietzsche segnò un passaggio epocale nel pensiero delle scienze filosofiche.
Nietzsche ha inoltre prodotto diverse opere letterarie (ricordiamo Hymnus an das Leben), pur non riscuotendo in questo ambito un apprezzamento pari a quello filosofico.
Molte sono gli aforismi, frasi e citazioni di Friedrich Nietzsche che il filosofo ha lasciato ai posteri e che godono ancora oggi di grande interesse.

Potrebbero interessarti anche

Libri di Friedrich Nietzsche

La nascita della tragedia
 
commenti0