PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Jorge Luis Borges

Ti piace Jorge Luis Borges?  


Pagine: 12345tutte

Chi sogna chi? Io so che ti sogno, ma non so se tu mi stai sognando



Un tempo m'intressò la teologia ma da tale fantastica disciplina (e dalla fede cristiana) mi sviò per sempre Schopenhauer, con ragioni dirette, Shakespeare e Brahms, con l'infinita varietà del loro mondo.



Ciò che più apprezzo è l'intelligenza, perché l'onestà e il coraggio di una persona a volte non servono per il dialogo



Gli specchi, e la copula, sono abominevoli, perché moltiplicano il numero degli uomini



La notte ci piace perchè, come il ricordo, sopprime i particolari oziosi.



Come sarà il mio redentore? Sarà forse un toro col volto d'uomo? O sarà come me?



Ogni scrittore, ogni uomo deve vedere in tutto ciò che gli accade, ivi compreso lo scacco, l'umiliazione e la sventura, uno strumento, un materiale per la sua arte, da cui deve trarre profitto.



La Biblioteca perdurerà: illuminata, solitaria, infinita, perfettamente immobile, armata di volumi preziosi, inutile, incorruttibile, segreta. Aggiungo: infinita.



Essere immortale è cosa da poco: tranne l'uomo, tutte le creature lo sono, giacché ignorano la morte; la cosa divina, terribile, incomprensibile, è sapersi immortali.



Il dubbio è uno dei nomi dell'intelligenza.





Pagine: 12345tutte