PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Vittorio Sgarbi

Ti piace Vittorio Sgarbi?  


Pagine: 123

Mozart è stato il poeta più grande di tutti i tempi. Con Mozart vedi quello che la sua musica e le sue parole raccontano.

   8 commenti     di: Vittorio Sgarbi


(Riferendesi al Cenacolo di Leoanardo da Vinci) Quella cagata di affresco non lo si può danneggiare più di così, è già un fantasma.

   4 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Il sole, quale io sono, abbronza ma non si abbronza.

   5 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Tutta l'opera di Petrarca si potrebbe riassumere nel verso di Sergio Endrigo: «Dite a Laura che l'amo».

   3 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Capisco che piaccio alle donne perché contro di me insiste una congiura dei brutti, cioè quelli che scrivono contro di me con violenza sono orripilanti. L'ultimo è stato, per esempio, Beniamino Placido, che secondo me è come la caricatura di Giovanni Leone, persona che stimo mentre non stimo Placido, con quella faccia da topo che si ritrova ha detto di me delle cose assolutamente assurde, e come lui anche altri, Federico Zeri è certamente più brutto che bello. Quindi generalmente tutti quelli che ce l'hanno con me, sono brutti e non piacciono alle donne, sono o omosessuali o impotenti

   3 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Nella vostra mente ottenebrata, l'intelligenza non passa, non esiste l'intelligenza. Siete solo capaci di dire delle puttanate gigantesche, enormi

   3 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Intanto sia chiaro, per me ragione significa che io ho ragione

   9 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Amato sta a Craxi, come il bidet sta al w. c.

   5 commenti     di: Vittorio Sgarbi


Mozart è il maestro della perfetta, incorrotta bellezza nella quale vibra, febbrile, anche un'enigmatica nota sinistra, l'elemento sulfureo, demoniaco. È il fanciullo prodigio che ha attraversato le corti europee, ha sintetizzato ogni esperienza musicale precedente, conosce i segreti risvolti dell'animo umano, i vertici e gli abissi, mantiene, anche da adulto, uno straordinario candore infantile.

   3 commenti     di: Vittorio Sgarbi


(Parlando de 'Il Codice da Vinci')È un libro idiota, stupido, bugiardo, pornografico e depensato per depensati. La qualità del Vangelo e dei Vangeli è cosa diversa da questa patacchiata immonda, da questa stronzata insopportabile di questo libro.

   7 commenti     di: Vittorio Sgarbi




Pagine: 123