PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi e aforismi su attualità

Pagine: 1234... ultimatutte

Molti degli stereotipi con i quali all'estero vengono ancora identificati gli italiani appartengono ormai al passato. La società di massa ci ha resi sempre più individualisti e falsamente espansivi e amichevoli. Molti italiani hanno mantenuto la capacità di apparire loquaci e simpaticoni, ma celando al loro interno una raggelante riservatezza e apatia quanto a rapporti umani sinceri e profondi.

   4 commenti     di: Luigi Lucantoni


I più grandi imperi sono nati non con la forza, ma con l'integrazione. l'accettazione. Roma e gli arabi in pochi anni conquistarono il mondo perchè lasciavano ad ognuno la sua cultura, la religione, usi e costumi, solo offrivano, ed a tutti conveniva, controllo, sicurezza, leggi certe, una cornice dove poter inserire la propria vita, il proprio mondo. È lo stesso potere attrattivo esercitato ancora oggi, forse in misura minore rispetto al passato, dagli Stati Uniti. Non si vince mai brutalizzando, ma integrando, assimilando. È questa sicuramente una legge della vita. Sia Roma che l'impero Arabo si sono poi sgretolati non tanto per fattori esterni ma interni, quando cominciarono lotte intestine e guerre di potere pian piano tutto finì, Roma smarrì la propria fierezza, divenne molle e corrotta, gli arabi si divisero in mille fazioni, così tutto crollò, inesorabilmente. Ed oggi? Cosa dobbiamo aspettarci? È forse l'occhio troppo vicino per vedere, per capire? Non vedo calamite, e per calamite intendo popoli con valori tali da dare potere attrattivo ed integrante, mi sembra di vedere una frammentazione estrema dovuta ad un unico fattore: una malaugurata idea di libertà che ha fatto dell'individuo non un microcosmo, dove nella scelta e nel pensiero si esercità la sua umanità, dove si affina il grado di coscienza, ma solo un imbuto, o un grande tubo digerente. Libertà, oggi, è provare tutto, e consumare velocemente per poi passare ad altro, si richiede entusiasmo ma non riflessione, come in grande luna park, e tutto è uguale, un'automobile o un santone indiano, Hollywood o l'Himalaya, la religione o la vacanza alle Maldive, la suora e la pornostar, tutto si può mischiare, tutto si può fare, quasi si deve fare, in nome della nostra sacrosanta libertà. Non è difficile profetizzare un baratro, purtroppo sempre più profondo, ed un'altra arca di Noè, con i semi di un nuovo mondo, forse già presenti ora, ma invisibili

   0 commenti     di: ciro giordano


"nessuno oggi direbbe mai che la povertà è una condizione cronica che tende a riprodursi dai genitori ai figli, non siamo nel medioevo" "nessuno lo direbbe, ma tutti lo pensano"

   2 commenti     di: rea pasquale


Essere considerati come uomini. ed essere amati come i bambini.

   3 commenti     di: Ada Piras


Ancora oggi c’è chi tenta di dimostrare “scientificamente” l’esistenza di Dio (il suo dio). Ma, se riuscisse un’impresa simile, come si sentirebbe chi crede in Lui senza scorciatoie logiche?!... Un idiota?! Ciò non è mai accaduto e dubito che mai accadrà, ma nel frattempo i creazionisti non trovano niente di meglio da fare che scaricare la loro rabbia sui (veri) scienziati, accusandoli di materialismo. Per fortuna è proprio questo loro atteggiamento a smascherarli!

   3 commenti     di: Luigi Lucantoni


Non ho paura dei pazzi, ma delle persone sane di mente

   3 commenti     di: antonio iovino


La precarietà ormai è senza dubbio la mia migliore forma d'espressione, è un'arte all'avanguardia.

   3 commenti     di: luca palumbo


Gli omofobi e gli intolleranti adottano la capacità di riprodursi come metro per giudicare la legittimità di una famiglia. Io, se mai dovessi permettermi di giudicarne una, adotterei come metro la capacità di innamorarsi.

   4 commenti     di: Alessandro


Sono favorevole al sovraffollamento delle carceri. Vorrei anzi che il fenomeno si consolidasse, fino ad infrangere la legge dell'incomprimibilità dei solidi, arrivando a stivarne dieci in due metri quadrati, fino a quando non sopraggiunga il desiderio di spaccare pietre per diciotto ore al giorno, pur di avere i due metri quadri tutti per sé. Stipare come alici in salamoia per educare e instillare il terrore verso il furto, la truffa, la violenza sessuale, la rapina, l'omicidio. Ogni ora d'aria venga pagata con un giorno di lavoro duro, al caldo quando è estate, al freddo quando è inverno.

   1 commenti     di: Solo Commenti


Tendiamo a dimostrare al mondo quanto siamo invincibili, eppure il legame più profondo lo stabiliamo con chi ci vede vulnerabili.

   2 commenti     di: Ada Piras



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Attualità.