username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Frasi e aforismi su attualità

Pagine: 1234... ultimatutte

I più grandi imperi sono nati non con la forza, ma con l'integrazione. l'accettazione. Roma e gli arabi in pochi anni conquistarono il mondo perchè lasciavano ad ognuno la sua cultura, la religione, usi e costumi, solo offrivano, ed a tutti conveniva, controllo, sicurezza, leggi certe, una cornice dove poter inserire la propria vita, il proprio mondo. È lo stesso potere attrattivo esercitato ancora oggi, forse in misura minore rispetto al passato, dagli Stati Uniti. Non si vince mai brutalizzando, ma integrando, assimilando. È questa sicuramente una legge della vita. Sia Roma che l'impero Arabo si sono poi sgretolati non tanto per fattori esterni ma interni, quando cominciarono lotte intestine e guerre di potere pian piano tutto finì, Roma smarrì la propria fierezza, divenne molle e corrotta, gli arabi si divisero in mille fazioni, così tutto crollò, inesorabilmente. Ed oggi? Cosa dobbiamo aspettarci? È forse l'occhio troppo vicino per vedere, per capire? Non vedo calamite, e per calamite intendo popoli con valori tali da dare potere attrattivo ed integrante, mi sembra di vedere una frammentazione estrema dovuta ad un unico fattore: una malaugurata idea di libertà che ha fatto dell'individuo non un microcosmo, dove nella scelta e nel pensiero si esercità la sua umanità, dove si affina il grado di coscienza, ma solo un imbuto, o un grande tubo digerente. Libertà, oggi, è provare tutto, e consumare velocemente per poi passare ad altro, si richiede entusiasmo ma non riflessione, come in grande luna park, e tutto è uguale, un'automobile o un santone indiano, Hollywood o l'Himalaya, la religione o la vacanza alle Maldive, la suora e la pornostar, tutto si può mischiare, tutto si può fare, quasi si deve fare, in nome della nostra sacrosanta libertà. Non è difficile profetizzare un baratro, purtroppo sempre più profondo, ed un'altra arca di Noè, con i semi di un nuovo mondo, forse già presenti ora, ma invisibili

   0 commenti     di: ciro giordano


Mi capita la sera prima di addormentarmi di pensare a quel volo maledetto. Non sembra vero ma solo un videogame. Tutta quella gente che in un attimo si trasforma in pezzi di carne bruciata. La vita è davvero questa? Cinica e crudele? Spietata? O forse le anime di 150 persone in un attimo si son messe a volare come rondini? Questa è la fede: capovolgere l'orrore affinché ne fuoriesca uno stormo di uccelli in volo.

   3 commenti     di: vincent corbo


Lungimiranti e saggi coloro che invece di piangere per la caduta dei valori, preferiscono raccoglierli per diventarne ricchi



Ancora oggi c’è chi tenta di dimostrare “scientificamente” l’esistenza di Dio (il suo dio). Ma, se riuscisse un’impresa simile, come si sentirebbe chi crede in Lui senza scorciatoie logiche?!... Un idiota?! Ciò non è mai accaduto e dubito che mai accadrà, ma nel frattempo i creazionisti non trovano niente di meglio da fare che scaricare la loro rabbia sui (veri) scienziati, accusandoli di materialismo. Per fortuna è proprio questo loro atteggiamento a smascherarli!

   3 commenti     di: Luigi Lucantoni


Nella società il maschilismo risulta essere sempre una forma di sessismo; mentre il femminismo, almeno in teoria non lo dovrebbe essere. Dunque nelle frequenti occasioni in cui anche il femminismo scade in una forma di sessismo si ha un effettivo equilibrio tra questi due mali sociali.

   4 commenti     di: Luigi Lucantoni


Ci sono nani che amano nascondersi tra i giganti. Altri, per non apparire piccoletti, si attorniano di altri nani.



L'ironia fa ridere solo quei cuori che non sanno l'alchimia delle lacrime amare.

   0 commenti     di: Donato Delfin8


Non rispondo in fase di commento, perchè non ritengo assolutamente di poter sostenere alcun pubblico dialogo in questo sito che per me resta solo una vetrina.. Ma stavolta annuso troppa pipì fuori dal vasetto... Ho scritto la frasetta dopo essermi gustato l'ultimo bacio perugina concessomi, per motivi fisico analitici... È uscito il famoso detto sull'apostrofo rosa tra le parole t'amo ed è scattata la frasetta bollente... Non c'era alcuna velleità letteraria, psicologica, poetica o di altro genere... SEMPLICEMENTE UN INNOCENTE GIOCO DI PAROLE... Non mi interessa il dialogo che ha suscitato è troppo insulso.. Mi interessa la calunnia del mio eventuale immobilismo dinanzi ad atti di violenza specie se rivolti contro una donna... Questa è veramente una grossa calunnia che mi offende e che potrei facilmente provare... Aggiungo che ho sempre detestato chi ricorre alla vigliaccheria di nascondersi dietro più nick. Cosa combattutta e vietata in ogni sito che si rispetti... Non ne parliamo se poi l'utilizzatore multi nick si erga a pubblico paladino di chiarezza... Non ci sarà alcun seguito in forma privata a questo mio sfogo...

   3 commenti     di: Auro Lezzi


Un uomo è davvero libero quando è libero dai condizionamenti della società

   9 commenti     di: antonio iovino


Non crediamo nelle istituzioni: esse sono formate da uomini come noi che il più delle volte mirano a interessi. Crediamo perciò esclusivamente a noi stessi...

   1 commenti     di: Linda Tonello



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Attualità.