PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi e aforismi filosofici

Pagine: 1234... ultimatutte

Per l'essere umano la scopera della morte è coincisa con la scopera del nulla, cioè dell'infinito. La morte di ciascun individuo è il suo personale debito nei confronti dell'infinito. Di fronte a ciò, abbiamo inventato i simboli dello zero e dell'infinito per gettare le basi della scienza; ma, nel frattempo, abbiamo dovuto inventare anche il concetto di dio, come estrema risorsa emotiva e disperata al terrore nei confronti dell'infinito; al di là di qualunque simbolo.

   6 commenti     di: Luigi Lucantoni


Ogni mia poesia è una mia creatura, ma tollero e perdono chi l' attacca e non l' apprezza, perché non è frutto del suo grembo.



Non tutti gli uomini sono "bambini" o si rammentano di esserlo stato!

   2 commenti     di: Michele Sarrica


Non è vero che l'amore di una donna o di un uomo è l'unico traguardo da raggiungere, ce ne sono mille altri, ci sono miliardi di trasfigurazioni di noi stessi che ci fanno paura, che non esploriamo perchè non si fa. A volte penso a mio figlio mai nato, ma non ci penso con tristezza, a volte gli sorrido e penso a come sarebbe e mi commuove anche questo pensiero, ma mi lascia leggero, malinconico, di quella malinconia che vorresti saper suonare il pianoforte e strimpellare qualcosa alla luna. Sono un fatalista, mio figlio non ancora nato nascerà sotto altre sembianze, sono sicuro di aver donato un sorriso a qualcuno, questo può riempire la vita, forse ho generato figli e non lo so e forse sono figlio di qualcuno che non conoscerò mai. Oggi ho letto qualche parola spinta dalla tristezza, io voglio scrivere qualcosa di verde che è il mio colore preferito, in onore di chi oggi è triste. Io non auguro buon giorno, perchè, in questo silenzio romperei un incantesimo. Io non dico perchè voglio dire, io non amo perchè voglio amare, io non rido perchè dentro di me c'è la calma del mare in certe mattine d'inverno. A nessuno augurerei mai di arrivare primo, perchè per farlo dovrebbe uccidere qualcun altro, io odio i primi e odio coloro che vedono la vita come un podio, perchè per arrivare primi bisogna ammazzare e io sono per la pace, odio chi cotruisce podi per solo 3 posti. I podi dovrebbero avere un numero di posti uguale al numero di quelli che vivono e credono nel loro vivere, a costo della pelle e a costo del rinunciare, ci vorrebbero podi immensi perchè di campioni ce ne sono tanti. E quegli stessi che chiamiamo campioni dopo un po' diventano pezzi di merda, per poi ritornare campioni, si sa è una giostra, occorre farsene una ragione, tutti siamo stati un po' pezzi di merda e un po' campioni agli occhi di qualcun altro. A chi ti dice urlando: "Dai forza che ce la fai", c'è un posto solo, tutti gli altri sono nessuno, tu ce la fai

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: Auro Lezzi


Per essere il mare, devo imparare ad essere goccia. E ricordarmi di esserlo dopo e sempre. Martin

   2 commenti     di: Andrea Franzino


Arma silenziosa, ti trapassa il cuore, dall'altra parte va, muori e nemmeno te ne accorgi.



Si nasce e si va su per la scala della vita diventando adulti, poi si va giù ridiventando bambini ed al fin morire.



In tema di calciatori il buon Dio dona spesso alle gambe ciò che toglie al cervello. Vedi per es. Maradona, Cassano e Balottelli. Si si, ma ci sono pure Platini, Del Piero e Zanetti. Bhè quelli rappresentano non sempre spiegabili (perchè fortunatamente non rare) eccezioni che confermano la regola. Secondo me a Dio piace comunque assai il gioco del pallone.

   2 commenti     di: Auro Lezzi


Lo spazio è la grandezza della materia (corpo) finita, il tempo è la lunghezza del pensiero (spirito) infinito.



Spesso e' inutile fare fare domande, utile e' farsele, poiché le risposte le trovi dentro te stessa/o.

   1 commenti     di: laila



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Filosofici.