PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi e aforismi filosofici

Pagine: 1234... ultimatutte

Fra le onde basse ed alte della vita, si giunge alla fine in una retta, che tutti noi eguaglia.



Nulla è opposto, nulla è uguale ma tutto si incontra in un solo punto per poi distaccarsi e incontrarsi di nuovo nello stesso punto continuando così all'infinito.



A volte i sogni sembrano reali e quando sei così sicuro di quello che vedi ti accorgi che hai soltanto recitato tutto il tempo

   1 commenti     di: simone celi


Oggi la poesia resta muta nel mio cuore, angosciato nel pensare che ci sono uomini disposti a uccidersi o comunque morire, pur di fare il male. L'opposto di quanto è sempre stato fatto dagli eroi della storia che morivano per amor patrio, per salvare un amico, la libertà. Questo è il demonio contro il Paradiso, non una guerra di umani!

   1 commenti     di: Verbena


Mai donarsi alle proprie fantasie, che siano invece le fantasie a donarsi a noi, così che possano risvegliarci un giorno in una realtà da sogno.

   6 commenti     di: Simone Scienza


L'anima è solo un ologramma della mente.

   2 commenti     di: Ciolo.


L'essere umano, colui che possiede emozioni e che ha dote di coscienza ad esprimerle nelle creazioni d'arte, in note di melodioso risuonare, in affermazioni d'interiorità poetiche, o in brani scritti di storie e leggende... Colui anche che dimostra il coraggio, la virtù della sensibilità, l'amore a ciò che lo circonda, la volontà del rispetto e della tolleranza, la sublime tenerezza per ogni creatura generata e la dedizione amorosa e premurosa per chi gli è accanto... Questo colui, e chi altri come lui, ha lo sguardo divino in sé ed è un eletto dell'immagine che Dio ha riposto nelle sue sembianze. È un eletto... ma è raro principio di continuità in questa umanità così delittuosa e invadente di dogmi di violenza e potere...

   2 commenti     di: mariella mulas


Per l'essere umano la scopera della morte è coincisa con la scopera del nulla, cioè dell'infinito. La morte di ciascun individuo è il suo personale debito nei confronti dell'infinito. Di fronte a ciò, abbiamo inventato i simboli dello zero e dell'infinito per gettare le basi della scienza; ma, nel frattempo, abbiamo dovuto inventare anche il concetto di dio, come estrema risorsa emotiva e disperata al terrore nei confronti dell'infinito; al di là di qualunque simbolo.

   6 commenti     di: Luigi Lucantoni


tra l'amore e l'odio, a volte, c'è solo un soffio.



Spesso sappiamo distinguere quanta poesia sta in una persona, dalla sua stessa calligrafia e dall'uso corretto della punteggiatura.

   3 commenti     di: Antonio Tanelli



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Filosofici.