PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi e aforismi sulla morte

Pagine: 12345tutte

Quando l'anima sarà leggera dai travagli della vita, volerà via innalzandosi su ali di farfalla

   7 commenti     di: Gabry


Qualcuno d'importante ha detto che ora il mondo è migliore... ho dubbi là dove aleggia sempre sentore di giustizia costruita con la vendetta della morte.

   2 commenti     di: Marhiel Mellis


Pochi uomini hanno aspettato volentieri la fine, ... al contrario lei ha sempre avuto la cortesia di aspettare tutti!

   10 commenti     di: Simone Scienza


Quando si ha personalità allora si cerca di copiarne il Nick per confondere chi legge - adesso cercano di clonarmi con un nuovo Tore Martino - Ma la differenza è enorme, io sono (si legge in alto nella mia pagina iniziale in Trasparenza c'è scritto ToreMartino) il Clone che è sempre Lingua-lunga - che sporca senza Gu-anti in alto in trasparenza si legge MoreMartino - per la cronaca Morirà eccome se morirà, come era morto il clone del clone dell'arabesque con la foto di una scimmia. Namastè MoreMartino hai poca fantasia Linguaccia -

   8 commenti     di: Tore Martino


Non voglio essere sepolto in una bara nè incenerito in un forno ma nudo, nella nuda terra sconsacrata, avvolto in un lenzuolo bianco.



quale dono incommensurabile vi è nella morte: in essa alberga la certezza e il mistero, la speranza e la rassegnazione, è grazie al suo peso che s'apprezza la vita



Il Destino è solo un'invenzione umana atta a giustificare le avversità della vita...

   4 commenti     di: Alessio B.


E fragore e fulmini furono la punizione in un cielo che sposò il nero degli incubi... e la vita si riconobbe nel ricamo delle dolenze. Urlò alla voce del terrore appostata sul ciglio di una strada a Kabul e richiamò poi quel silenzio, dopo il frastuono di anime depredate, che cercava solo un altro punto dove stragi senza fine fanno della vita un ennesimo tormento.

   5 commenti     di: Marhiel Mellis


Ognuno ha il suo vizio. Chi fuma, chi beve, le donne, le carte... Alcuni ne hanno più di uno. Chi non ne ha dovrebbe scegliersene uno e sperare che venga ucciso da esso. Credo non sia del tutto orribile poter credere di avere una chance sulla morte. Di potersi scegliere la propria sorte. Che poi alla fine ci investa uno scuolabus, o ci attacchi un cinghiale selvatico, o ci ammazzi il surriscaldamento globale, o un tornado, o un incendio, o la religione, o la povertà, o la guerra, o un anziano con un badile conta poco. Ma diamocela una possibilità di beffare il destino.

   2 commenti     di: Luca


Mi chiedo se il destino non sia regolato da un cieco sordomuto, questo spiegherebbe tutto.




Pagine: 12345tutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Morte.