PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi e aforismi sulla solitudine

Pagine: 1234... ultima

le parole, a volte, sono pietre. altre volte sono petali di fiori, che inebriano le nostre ore più tristi.



Mentre la fonte della tua passata effimera euforia si bea nella gratitudine per un dono insperato, sai di non aver saputo essere tu stesso quel dono, e capisci cos'è la solitudine.

   2 commenti     di: Nilla Qualunque


Il modo di comportarsi con gli altri di un solitario è paragonabile alla voce troppo alta di un sordo che si rivolge a coloro che teme non lo possano sentire. Di conseguenza la solitudine trova una delle proprie fonti di sussistenza e inguaribilità.

   7 commenti     di: Luigi Lucantoni


La mia profondità nel buio della notte quando ti senti un punto, solo nell infinito.. viene a galla.. vorrei poter non farla mai salire su agli occhi degli altri, non per paura di essere noioso, ma per la tristezza e la paura, la voglia di futuro l incertezza inquietante che i miei occhi potrebbero trasmettere a quest'ora a un qualunque interlocutore.. o che semplicemente hanno sempre la quiete e l'inquietudine l'amore e solitudine passione e stanchezza ragione ed istinto Madre dell'ispirazione rimetti a me l'ordine interiore come io rimetterò me al mondo nel mattino tra poche ore perdonami i peccati di disamore ad ogni mio peccatore Sono un riassunto di Poe fatto da Baudelaire sono l'incessante movenza di uno spirito selvaggio e vagabondo Sono la droga di Oscar Wilde Sono quello che alcuni non sanno che sono stato mai Dottor Jekyll e mr. Hyde La notte è la medicina dell'anima, dopo una serata ciaciarona ti spegne e fa male La notte non è sempre un sollievo è una puttana chiacchierona La notte è solo un pensiero o mille tra me e il cielo... Buonanotte anime belle notturni peccatrici, sole o in compagnia, tradite sole o traditori la notte è fatta di rumori dentro anime belle innocenti e non

   0 commenti     di: giuliano cimino


Non credo ai fantasmi ma la mia invisibilità avvalora l'ipotesi della loro esistenza.

   7 commenti     di: paolo veronesi


Un dolore sordo nell'animo. Cupo lutto, eco del silenzio.



Io sento nell'immaginazione alla mia destra la realta' e la fantasia, a sinistra la vita e la morte, come angeli custodi. Sono in buona compagnia.

   6 commenti     di: laila


Aspetti, guardi qualcosa, aspetti. L'attesa rende gli istanti un'eternità, e la lancetta su quell'orologio non scorre mai. Ma mentre aspetti, pensi, pensi e ripensi. Aveva ragione Dumas quando scriveva " l'umana saggezza sarà riposta in queste due parole: aspettare e sperare. " Certo che vivere è un bel mestiere! Quando uno aspetta qualcosa è come se ricevesse un comando: stai fermo, non muoverti. E allora aspetti, ti imponi determinate cose: non chiamare - anzi - non toccare neanche il cellulare -guarda il muro piuttosto- e non fare l'errore di toccare il computer, sarebbe autolesionismo. L'attesa pretende che io non mi muova, che stia fermo, inerme, ad aspettare. Il vero problema è che saper aspettare è un arte, e si sa, non tutti nascono artisti. Io per esempio non sono un artista, e di sicuro aspettare non è il mio mestiere, perché Io, quando aspetto, costruisco grandi, bellissimi, favolosi castelli che in pochi minuti vengono spazzati via - da me stesso ovviamente - e allora riparto. Cerco un'altra angolazione, un altro modo che potrei usare per costruire mura più salde, ma ogni volta, le mura che costruisco, si innalzano sempre di più e sempre più forte puntualmente mi schiacciano. Ma sarà forse che la fortuna trova chi la cerca e non chi la aspetta? Allora fai una bella cosa - te la dice Gaetano - non aspettare che arrivi il vento e gonfi la vela con un po' di fortuna, soffiaci dentro te, e magari la barca inizierà a viaggiare e prima di quanto pensi arriverai a destinazione.



Quando sei infelice arrivi a odiare chi non lo è e ti rendi conto che sarebbe preferibile non soffrire per non odiare nessuno, quanto non soffrire per fregarsene nel resto dell'umanità. Sarebbe meglio odiare gli altri per il solo desiderio di stare lontano da tutti fino alla fine della propria vita.

   1 commenti     di: Luigi Lucantoni


Potrei anche morire da solo sotto un cielo stellato... ma non sarei poi così solo se a vegliarmi ci fosse la luna!




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Solitudine.