PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie di Saffo

Ti piace Saffo?  


Pagine: 1234tutte

Sogno

Sogno, tu che nella notte nera
ti aggiri quando il sonno mi avvolge,
dolce Dio, con terribili affanni mi esorti a tenermi
lontana dalla potenza degli dei.
Ma la mia speranza non è di avere parte
delle cose dei beati. Non questo io spero.
Così sciocca non sono. Io solo
piccole cose, e belle, trastulli desidero.
Questo mi tocchi...

   0 commenti     di: Saffo


Sulla tenera erba appena nata

Piena splendeva la luna
quando presso l’altare si fermarono:

e le Cretési con armonia
sui piedi leggeri cominciarono,
spensierate, a girare intorno all’ara
sulla tenera erba appena nata.

   0 commenti     di: Saffo


A me pare uguale agli Dei

A me pare uguale agli Dei
chi a te vicino così dolce
suono ascolta mentre tu parli

e ridi amorosamente. Sùbito a me
il cuore si agita nel petto
solo che appena ti veda, e la voce

non esce e la lingua si lega.
Un fuoco sottile sale rapido alla pelle,
e ho subito negli occhi e il rombo
del sangue alle orecchie.

   0 commenti     di: Saffo


Invito all'Erano

Venite al tempio sacro delle vergini
dove più grato è il bosco e sulle are
fuma l'incenso.
Qui fresca l'acqua mormora tra i rami
dei meli: il luogo è all'ombra di roseti,
dallo stormire delle foglie nasce
profonda quiete.
Qui il prato ove meriggiano i cavalli
è tutto fiori della primavera
e gli aneti vi odorano soavi.
E qui con impeto, dominatrice,
versa Afrodite nelle tazze d'oro
chiaro vino celeste con la gioia.

   1 commenti     di: Saffo


Simile a un Dio

Simile a un Dio
Simile a un Dio mi sembra quell'uomo
che siede davanti a te, e da vicino
ti ascolta mentre tu parli
con dolcezza
e con incanto sorridi. E questo
fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
Se appena ti vedo, sùbito non posso
più parlare:
la lingua si spezza: un fuoco
leggero sotto la pelle mi corre:
nulla vedo con gli occhi e le orecchie
mi rombano:
un sudore freddo mi pervade: un tremore
tutta mi scuote: sono più verde
dell'erba; e poco lontana mi sento
dall'essere morta.
Ma tutto si può sopportare...

   0 commenti     di: Saffo




Pagine: 1234tutte

Saffo (VII-VI secolo a.C.) è stata una poetessa greca antica.