username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amor di patria: poesie sull'Italia

Pagine: 1234... ultimatutte

L'amor della patria

È freddo, cade la neve.

Su la nostra terra,
le nubi s'abbassano, e si fan nebbia.

Fra i serî monti e le valli è silenzio;
è rispetto, nei boschi.

E fra le nostre case, il lupino ululato s'ode,
e lo stridìo del falco, a caccia.

La neve è alta, faticoso è il passo.

Il falegname, a monte,
porta legna a casa, per far fuoco;
il cacciator, fratello suo, l'accompagna.

Nella

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Messer Tia


25 aprile

Ero piccola quando sentivo narrare
di una fiaba
Di una fata cattiva che aveva messo
tutto il mondo in ginocchio
Che aveva provocato morte e orrore,
che in un attimo aveva distrutto
ciò che di bello era stato creato
dall'uomo, ma che era stata chiamata dall'uomo
Aveva dato divise di diversi colori
ma il fine era lo stesso
unico denominatore morte,
parola d'ordine: uccidere
Non esisteva

[continua a leggere...]

   9 commenti     di: laura marchetti


Marmo (Per Te, Per Noi, Per Italia)

Amor al core reimpara sempre
La sorte virtuosa della vittoriosa guerra e
Io mi sento di tutte le legioni il generale
E di coorti il mio cuore s'impenna
E sobbalza
E ci conferma il sentimento
Dell'esser Uno alla nazione.
Io mi struggo
Dinanzi tutti l'altari e
Di fronte la fatidica patria;
io non ci vedo con gli occhi,
bagnate palpebre di consacrate lacrime
palpeggiano il collo
snodano

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: manuela tosti


Il coro delle voci bianche

In sottofondo
libero
un lamento
di buoi feriti, i soldati
marciano
e in sottofondo
il coro delle voci
bianche, fate esplodere
la vostra rabbia
ringhiate
mimetizzati tra i furetti

Danno un senso
di intensità
i sibili del vento,
non ci sono parole
ma solo spavento

Scure, temibili
le esplosioni, munizioni
nei pantaloni, nei sudari
allineati l'impronta
di un devoto soldato.

   7 commenti     di: vincent corbo


Firenze, sai ch'io torno!

Firenze, sai ch'io torno!
Non potrebbe essere altrimenti;
Tra noi ci sono dolci legamenti
Che c'uniscono 'ntorno.

Scrivo prima fia giorno,
Per cantare la città dei lamenti,
Scoprire la miseria dei potenti,
La stessa con cui t'orno.

Tu sei l'antico forno
Con cui fecero'l pane grandi menti.
Son'in cerca di questi ingredienti,
Com'Orlando al corno.

Chissà se mai troverò questa ri

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Fabio Vasta



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Amor di patria: poesie sull'ItaliaLa pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Amor di patria.