Poesie sulla carità - Pagina 3
PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia sulla carità

Pagine: 1234... ultimatutte

Ed è sera!

Cala una coltre scura ad ammantare il cielo
la luna come lucida palla di biliardo appare
stelle come lucciole brillanti su quel magnifico telo
si rifletton agitandosi tra le onde del mare.

Fa freddo e nuvolette di vapore il respiro disegna
mentre rompono lievi il silenzio i passi affrettati
dei negozi si è spenta anche l'ultima insegna
e son pochi i passanti con i baveri alzati.

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: andrea


L'uomo e il bimbo

Sul ciglio della strada un Mendicante stava
solo un po` di Pane Egli limosinava,
malconcio assai percosso qualcuno senza scrupoli
gli aveva sputato addosso.

Il Volto così scarno e il capo insanguinato
qualcuno con ferocia l'aveva torturato
entrambe le sue mani aveva Egli fasciate
per non far notare com'erano bucate,
qualcuno senza cuore le aveva ben chiodate.

Sul Corpo alla su

[continua a leggere...]



Angeli fra noi

nel caos dell'odierna società
dove parte dell'umanità
par abbia perso
sacri valori
rincorrendo vani sogni
l'inganno del successo
del potere
asservendosi al dio danaro

e l'amore
nella sua verità e bellezza
è costantemente
svilito, sminuito, traviato
dal suo primordiale significato

esistono angeli
che percorrono
le strade del mondo.

Non hanno l'aspetto
d

[continua a leggere...]



il mio nome fu

il mio nome fu terra furiosa,
guidai cavallerie da macello
su crinali imbiancati di nebbia.
ma che sia festa nei borghi lontani:
che le mie urla non disturbino
il sonno del giusto.
il mio nome è catena di scacchi:
scuoto e carezzo, invisibile saccente.
è il futuro che ti cerca? o è forse il mare?
dove il tutto scorre placido
e il domani è morire.
il mio nome è Amore,
il semidio an

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: eugenio maiolo


Lontano dai vivi

Per pace vado oltre il cancello,
confine e soglia taciturna
tra la parte dei vivi e la quiete.
M'accoglie un abete,
una lunga fila ad anello
di cedri, salici e cipressi,
un variar di marmo messo in croce,
il ferro forgiato o arrugginito,
il legno inchiodato senza voce
e acerbi ceppi genuflessi.
Molte pietre solo numerate,
avelli e fosse mai scavate
tutti uguali ch'ormai son nessuno.
I

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Carità.