PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie catartiche

Pagine: 1234... ultimatutte

Meglio la retta che la storta

Nun si' detto ch'i' vo pe' oblique vie,
pu' de la meta mea 'giunger a la fin,
e su lo traguardo po' lo capoccione
sbatterci comunque co no bello botto.



Catarsi

Ammalazzite piote
sull'igneo lito

Ramingante

Solingo

Accorri Zefiro vespertino
e cheta 'l nubiloso spiro

   0 commenti     di: Giuseppe Ardò


Il nulla, poesia tecnologica

Il nulla,
adesso,
so cos'è;
La frazione di spazio,
piena di te,
che separa,
Il tuo sms precedente,
tre secondi fa,
da quello successivo,
che sto aspettando,
Amore.

   3 commenti     di: Alèd


Amore proibito

Parla piano,
piano, piano,
e non dir
che sono io,
seppure t'amo
e alla follia;
un solo bacio
sulla tua bocca bella
vorrei scoccare,
una sola carezza
su le tue guance
de ciliege
vorrei dare,
ma zitta, zitta,
su le punte
de li piedi,
annamose
se no semo fritti.



Gelosia... (Stile tanka)

Nervoso batto
il pugno sul bancone.
Con altri... balla!

Seccato, sbornio in sala...
sovra la veste vòmito!




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Poesie catartiche.