PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie dedica

Pagine: 1234... ultimatutte

A Filippo e Nino

Muri di antica pietra tufacea
geometrie di muretti
che segnano confini
di un nido, una casa
nascosta tra il verde della Balata,
un amore che ha resistito
ai temporali, ai pregiudizi,
si quietano gli animi
su tramonti iridati.

Muri di vecchia petra rinusa
faij, finardi chi segnanu la casa
jazzuna di alivi saracini,
un nidu e 'na tana
la casa ammuccia 'nta la macchia
l'ummira s'allon

[continua a leggere...]



Nainanah

Sto pensando a te,
mentre canta Vasco,
più grande ti vorrei
piccolo mio, ad affrontare
il mondo stando in piedi.
Nainanah,
dai su corriamo sulle pendici
dove tu sai, potremo volare
o farci male, avere il sapore
del vento, senza che la noia
diminuisca i nostri palpiti.
Nainanah,
sento il brano nel cuore mio,
lacrime scenderanno dal tuo viso,
che la tua forza resti il sorriso,
senz

[continua a leggere...]

   15 commenti     di: Fabio Mancini


L'amore non ha fine

L’amore che ho verso ciò che ti ha reso felice
continuerà ad esistere nel più profondo del mio cuore,
lo lascerò vivere
nel momento in cui ascolterò la tua voce
attraverso questi stupidi cd
che non avranno sèguito…
grazie per essere esistita;
concludo con la frase di una tua canzone:
“non esisto solo qui, l’universo è in me”

   5 commenti     di: dramaqueen


Madre di perdono ( a Ciro Esposito)

Sempre accade
dover innalzare
vessillo di dolore
e inneggiarlo
come emblema
dì ingiusto martirio...
Uccidere
è ovunque calvario
inferto alla vita,
ogni vita...
E dolente
rimane poi il ricordo,
che solo una grande Madre,
con spirito ampio
di perdono,
dal pianto del suo cuore,
muta invece
in coraggioso forte sollecito
a esistere e agire
nel segno di saggia
e condivisa pace

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: mariella mulas


Surreale sopraffazione

Il sorriso masticato tra i denti
si sparge d'intorno, lo senti,
senti lo scricchiolio dei denti,
il loro taglio feroce, nascosto.

Non riesci a capire l'origine
e resti a guardare,
come un tramonto la sera.

Poi degl'occhi di donna vecchia,
lacrimosi e corrosi da incipiente demenza,
ti lacerano l'anima e ci vedi chiaro.

Quel sorriso masticato tra i denti
è il tuo e senti sulla ling

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: silvia leuzzi



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie, frasi e pensieri dedicati a persone care