PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie dialettali

Pagine: 1234... ultimatutte

Clonazione

Se lo Creatore
moltiplicar
lo Adamo
e po'
la Eva
voluto
fia,
problema
aber
nun fia,
ma
li su' disegni
artri
fuit,
pe cui
la clonazione
peccato
est.



Roma sparita

Roma,
lo so
che, fra li sette colli
ancora giaci
da gran matrona;
ma guardamose
ne li occhi
e decemose
la verità.
Roma,
ma nun te renni conto
do' si capitata?
Tra politici
che de te
se ne fregheno
e invece der romanesco
se sentono
solo le lingue
de Babilonia.



Er tempo

Chico dopo chicco
la porvere der tempo
scenne;
de botto
me ritrovo
che la sessantina
tocco;
e a la meta
arrivato
ancor nun sono.



La dieta

Carmè,
che cumbinat?
Me pare nà malata.

La mia ciaciona, grassa,
mo è solo pell'e ossa.
Chella schiappa e nu duttor
ca dieta ca t'ha dato,
t'ha proprio arruvinata.
Eri chiatta, prosperosa,
calda, soffice e amorosa.
Mo si frigida, scontrosa,
nu scupillo cu dduie pil,
pare na tubercolosa.
Si te guardo dint'a notte
fai paura vita mia,
pare ca me so cuccato
n'ziem'a na radio

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: Ezio Grieco


Esplosione

Si tu,
sulu tu,
ca chianu chianu
lu sulu
dinta a stu coru
porta;
si tu,
sulu tu,
ca cu nu vasu
e poi natu,
o Visuviu
dinte e me
esploder fa.




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie scritte nei dialetti italiani. Una vasta raccolta di testi in vernacolo