PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie dialettali

Pagine: 1234... ultima

Per me è un settenario

Chistu sulu cucentu
la chiricchioccola mia
appiccia e me fa suffrì;

na funtana a l'angolo
de lu viculu stuta
sta sete e me rimette;

u cielu miru grato
perché son sollevato
d'esse al fin dissetato.



Er complesso del disoccupato

Io che'ccio'ffatto na lunga esperienza -
Ve posso elencà ogni sofferenza -
De Chì è sensibile in codesto stato -
Ne le condizion de l'emaginato -
Innnanzi tutto te cresce la coda de paja -
Da freguentà er prossimo te manca la voja -
Quasi ogni parola te'ttrovi a'ppesà -
De Chi co'tte se mette a parlà -
E'ssei portato spesso a fraintende -
In negativo quel ch'Ei intende -
Diventi sc

[continua a leggere...]



U risvegghiu ru suli

Sta ruminica
u suli trasiu rintra a me stanza
vasannumi nta frunti
e abbrazzannumi
mi rissi:
"Susiti, nesci fora
e talia u mari,
u cielu,
tuttu chiddu
chi ti sta ntornu.
Senti l'aceddi cantari?
Viri i rami di l'alberi chi svintulianu?
Respiri a frisca aria ru mari?
Stu spittaculu è pi tia.
Riri a vita,
scordati l'amarizzi,
ci sarannu sempri,
nun ti fari supraffari,
cogghi u

[continua a leggere...]



Senti come me fai bbatte er core

Senti qqua, metticela na mano
su sto petto villoso: perché
'o devi da sentì, quanto me fai
batte forte er core, quanno me guardi,
co quell'occhi de ghiaccio.

E chi c'ha er coraggio de parlatte?
de ditte quarcosa? De ditte che manco
sai chi so', e già sei 'a vita mia.
Perché io ce lo so, che te amo pe davero:
e se posso sceje solo na certezza,
dentro sta vita, stai sicura che se pp

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: Enrico Ferrini


Ettorino

Mentre a zonzo
senza meta
Clementina
se n' annava
e de tanto
in tanto
quarche capriola
fare
sur verde cupo prato
e quasi già bruciato,
li occhi soi
azzurro mare
incontrano
quei pii
ma un po' tristi
de lo nostro gajardo
Fra Ettore
e le fa,
a fil de voce,
osservar
che su
una de
quelle foglioline,
che lei distratta
avea
appena carpestate
c' era Ettorino
il folletto
suo

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie scritte nei dialetti italiani. Una vasta raccolta di testi in vernacolo