PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie dialettali

Pagine: 1234... ultimatutte

'A sòrti rì Muòrica

Pi còmu mi capitau ri nascìri
i scalùna sùnu 'i ma nimìci,
picchì nun sàcciu caminàri.
E tu, Muòrica mia, ri scalùna
n'àj tanti, tanti, tanti.
Ntê strìtti vanidduzzi
nun ci puòzzu trasiri
e màncu chiesi e palazzi
puòzzu virri ri intra;
me puòzzu gòriri sulu
ntê fijùra rê libbra.
Ti talìu però ri luntànu
tutta anzièmi
ntô panuràma.
Rô Pizzu, ri Muntisirrat

[continua a leggere...]



Pe chi capisce li stornelli nostri

Fior de limone
quanta rabbia me fai
che ami solo Simone;
fior de bocciolo
te vanti tanto
ma non sei il solo;
fior de cerasa
attenta a te
che te faccio rasa.



'a televisione

Ippnotizzati da ‘sta scatoletta
co’ l’occhi fissi e la bocca aperta
magnamo ‘n po’ de tutto e senza fretta
.. se c’è lo spotte della Lancia Derta!

Uno nun basta.. vedemo tre tiggì.
Se er primo c’è sembrato ‘n po’ ottimista…
cor televideo leggemo lì per lì…
l’ammazzamenti in ordine de lista!

“Rapina a mano armata all’Esquilino…
’No stupro conzumato s

[continua a leggere...]



Er posto

Ciambivo ar posto
de postino,
ma a furia
de chinamme
de qua e de là,
me so rotto
solo la schina.



Lu sugnu maggicu de natale(il sogno magico di natale)

Facitti
un sogno stranu,
l'andra notte,
quanno chiudenno l'occhi
pieni de pianto e de tristezza,
pe questa vita mja dulurosa,
m'apparve na donna
de gran vellezza,
cor mantu azzurru,
su lu core suu
fioria na rosa.
Tinia strittu
intu le vraccia,
nu fijarellu,
lu cullava cu tenerezza.
Me fa, cun mistica dorcezza:
" amica mja,
tu che stai a strugge

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie scritte nei dialetti italiani. Una vasta raccolta di testi in vernacolo