PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie dialettali

Pagine: 1234... ultimatutte

Lo moccolo

Quanno lo sole
li occhi appanna
e russa
su' sorella luna
ruber et venusta
a lo nigro cel
apparir
et a le coppie
a te te
lo moccolo regge
pe' tu tu
fere.



Incitamento alla ribellione

Pe' chi commanna,
pe' li potenti de la Tera,
spaparacchiati ne le poltrone
a controllar li bottoni
da preme e nun preme
è facile,
ma pe' chi sta de qua,
fra la vita e la morte
a secondo li bottoni,
nun è la stessa cosa.
Soldati de tutte le bandiere,
ribellatevi,
gettate ogni strumento di morte
e lasciate volar le bianche colombe,
e se proprio bisogna soccomber
che siano li capi pe

[continua a leggere...]



Immaginazione

Quanno l'urdemo
spir mettetti,
pe' fa cuntentu
a la gente
che a fatica
m'assistette;
l'anema mea
da li angiolo custodi
acumpagnata
finu a San Pietru
me purtarunu,
e issu
chelle porte r'ore
aprinnu,
in fronne
a nonna e a nonnu
me truvai,
e cu loru
tutti li andri
parenti mea,
da nu piezzu
mueti assai,
e me ricetteno:
- Vieni a ca,
vieni a ca Pinù,
e pene toje
firnute
song

[continua a leggere...]



A Pino Daniele

Si overamente
esistess o Paraviso,
da morta toia
me ne facesse na ragione,
vuless dicere
ca n'Ciel hann deciso
e fa nu festival de canzone.

Ce stevano già Lucio Dalla,
Mia Martini, Califano,
Battisti e Giusi Russo,
se sò pigliat Mango
qualche mese fa,
e mò, p'accummincià,
se so pigliat a Tè.

Tengh nà vision annand
a ll'uocchie,
Tu, felice e sorridente,
cu ll'ultima ca

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Ezio Grieco


Carnevale

Semo a carnevale
e nula me po' fa male,
ma quanno su lo Quirinale
se spoegne la luce astrale
ogni scherzo più non vale.




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie scritte nei dialetti italiani. Una vasta raccolta di testi in vernacolo