PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Filastrocche carnevale

Pagine: 12345tutte

Il carnevale

Coriandoli colorati tirano i bambini mascherati.
Danza la ballerina, ride la bambina, si diverte la nonnina.
Il mondo diventa un arcobaleno davvero sereno, mentre carri colorati percorrono viali alberati.
Il sole splende sulla gente sorridente.
Ballano i bambini con alcuni cagnolini, davvero festosi davanti ad occhi gioiosi.
Il mondo sorride ad un sole splendente che rende felice tutta la g

[continua a leggere...]



Congedo

Ma che beffarda sorte è mai codesta
che mi ha fatto raggiunger questo sito
dove l'amor per l'arte ha qui riunito
uomini e donne che han la poesia in testa.
Ho passato la vita a calcolare:
sono un tecnico, sono un ingegnere,
esperto di ingranaggi e cremagliere,
di meccanica sol dovrei parlare.
Sono entrato, e con grande meraviglia
le mie rime hanno avuto del consenso
"lo faranno per p

[continua a leggere...]



POLICHINELLE(*)

Che forza
a navigar controcorrente
ed ignorare il riso,
che si nasconde dietro ogni sorriso.
Una cultura tiepida, globale
che tristemente arranca,
tra il nulla e il virtuale.
Chi sa qualcosa, oggi,
è un Pulcinella,
che fa un po' pena
e vive sulla pelle
il triste dramma dell'ipocrisia:
avere sogni è solo una follia!
La maschera
la porto in permanenza:
saltello, ridendo a crepapel

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Franco pastore


MASCHERE A VENEZIA

L'aria profuma di festa,
dolciumi, risa e burla
fan da sfondo
e l'atmosfera gioiosa resta.

Sfilano le maschere tra le vie virtuose,
adornate dai coriandoli e dalle stelle filanti
stupiscono lo spettatore che per vederle si fa avanti.

Ecco Arlecchino servo sbadato e sguaiato
che di pezze il suo vestito è cucito,
salta, canta e sorride ai Signori
ma ne fa davvero di tutti i colori.

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Monia Cacciero


La maschera di Arlecchino

Arlecchino e Colombina
son felici e domattina
dopo tanto spasimare
si potranno alfin sposare.
Ma la sera il promesso,
senza chiedere il permesso,
coi due soldi che ha in saccoccia,
con gli amici fa bisboccia.
Tutto spende in poche ore,
del denaro non ha amore.
Sol la maschera gli resta
per potere fare festa.
Così, ahimé, lui se la vende,
mentre il sole già risplende.
La sposina è

[continua a leggere...]




Pagine: 12345tutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie e filastrocche sul carnevale, poesie in rima sulle maschere, filastrocche per bambini sui costumi di carnevale