username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie su olocausto, Shoah, Giorno della memoria

Pagine: 1234... ultimatutte

Il Tempo della Memoria

Sento ritornare nel vento
urla di bambino
innocui sguardi persi nel gelo
sopra un vetro appannato
e le parole aggrappate le une alle altre
per non disperdersi
a scrivere interminabili righe
lungo i muri glabri delle baracche.

Il reticolato odora di ruggine e sangue
di mani protese
aperte a raccogliere l'ultima luce
d'un sole magro e dilavato.

Questo male che distrugge di dentro
la

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Franco Guidoni


Il tempo che non dimentica

No, non finisce mai
quel tempo del pianto...
È sempre goccia
sulle pupille del ricordo
di un passato
che inginocchia mente,
che assale d'orrido
stupire, ogni volta,
rivisitando disumanità
di ideologie mai cancellabili
in quel calvario costretto,
attraversato da infiniti respiri
d'innocenza,
inermi al ludibrio imposto
e alla sottile morte,
designata imponente arguzia
dal carnefi

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: mariella mulas


Un treno per Auschwitz

Un treno arriva, è carico di bimbi,
felici che il viaggio interminabile è finito.
E cantano gioiosi giocando nella neve.
Sorridendo gli aguzzini li accarezzano,
li portano alle docce. Son mille;
bimbi ignari, voci bianche, celestiali.
In tre ore mille bimbi sono morti.
Ricci d'oro in mezzo al fango e nell'aria,
i suoni delle risa, i sorrisi dentro al fumo.
La morte, sparpagliata a pie

[continua a leggere...]

   14 commenti     di: Pablo X


I tiranni del giorno della memoria

Poche ore,
al giorno che
segnò
la fine di
tutte quelle
persecuzioni

Persone che
non avevano
colpa
subirono un
martiro
orribile

Tiranni queì
mostri che
uccidevano senza
alcun rimorso
come bestie
per poi essere mangiate

Poche ore,
per ricordare,
quei momenti e
quell'errore
povere persone
e bestie
quelli che
hanno ucciso

Ricordiamo insieme,
in modo che non
acc

[continua a leggere...]



Il violino di Cicci

Trenta minuti, trenta minuti
per prender le tue cose
e partire verso l'ignoto
sotto l'ombra di fucili e grida.

Questo è il tempo che
separa la vita dalla sua assenza,
questo è il tempo che si dà
ai condannati a morte.

Potresti andare anche nuda,
Cicci, ma non senza il tuo violino,
e lo nascondi sotto il cappotto
per occultarlo alla vista delle belve.

Era un regalo di tuo pad

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene frasi e pensieri sull'olocausto, la persecuzione nazista degli ebrei, la Shoah e il Giorno della memoria (27 gennaio)

Il Giorno della Memoria (27 gennaio) è una ricorrenza dedicata alla commemorazione delle vittime di Olocausto e nazionalsocialismo - Definizione Wikipedia