PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Indovinelli poetici

Pagine: 123456

er mestiere mio

A dicembre compio l’anni co’ li gatti
pe’ adesso ce n’ho quarantatrè
scrivo poesie, cucino e lavo li piatti…
e tutto quanto er resto viè da sé.

Io ciò ‘n potere de capì ar volo
quello che all’omo je succede drento
me basta ‘n “TAC” pe’ ‘n minuto solo
e svelo l’interiore patimento.

Riesco a guarda’ ‘n fonno a ogni ‘ndividuo
nun vojo pecca’ de pres

[continua a leggere...]



indovinello indovinò

se mi tiri mi accorcio
chi sono... la sigaretta
ciao! ha chiamato lo zoo ti rivogliono.
ho un problema non riesco a fare il problema
sai come si chiama il mio gruppo di scalate? no. vertigine hai avuto le vertigini!?!?!?!?!?!?



Ku fu?

Celebre fuit
e de cavalierato
insito,
co' lo suo vociare
le folle
a lo idilio
portava,
de nero vestiva
e fiero
ne andava.



Chi è?

Cavalier
chiamato est,
la zucca
a lo sol
luccica nuda,
Forza Italia
lo su' signo vincer
fuit.



Felicità o ignoranza?

Forse non c'è sempre un perché'
In quello che si fa
Forse lo si fa e basta
Senza pensare alle conseguenze
Però non bisogna mai piangere
Se quando lo hai fatto eri felice
Poiché la felicità sta in
Piccoli
Indimenticabili
Attimi di pura ignoranza
Poiché non si sa ancora
cosa riserverà il domani

   0 commenti     di: Aurora



Pagine: 123456



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Indovinelli poetici.