PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia sulla malattia

Pagine: 1234... ultimatutte

Giorni di bufera

Venti forti agitano
il mio animo
piogge fredde
inondano il mio cuore
la mia vita
rimane in sospeso
mentre attendo
che torni il sereno.
Tu, mostro
dai mille tentacoli
semini panico
e disperazione,
ti odio mostro deforme
compagno di viaggio sgradito.

Altrove voglio guardare
dove il sole continua a brillare
dove le rondini volano libere
dove i caldi tramonti infuocati
donano tepor

[continua a leggere...]



L'ultimo dialogo di Zelinda con Eliana la sua infermiera

“Vieni, Eliana,
siedi
presso il mio capezzale,
il tuo parere dimmi:
sarà più chiaro domani?
Il tempo... intendo;
egli è cattivo, infiera;
egli impaurisce...
e sembra sera
e sembran le ventuno.

Quante candele occorrono
per un raggio di sole?
Perdonami, Signore
se codesto grigiore
l'anima non sopporta.
Son nata nelle lande
tra le nevi
che sembrano perenni;
forse un giorno ap

[continua a leggere...]



Solo un girasole

Perchè solo ora sento la sofferenza,
la paura e la tristezza
perchè solo ora avverto il dolore,
di quel male che entra attraverso ogni mio sguardo
perchè oggi non condivido più la stessa gioia
nel guardare il mondo..
e perchè i miei ricordi più belli,
son sempre più lontani..
ho lasciato una scatola piena di sogni,
a seppellirsi da sola di mie immagini
ho lasciato che la mia mente

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: danilo


Notte d'ospedale

Il tuo respiro si confonde
con il respiro della notte
il tuo pensiero cozza contro i muri
impenetrabbili alla parola del Giusto.
Sorda e senza più memoria
aspetti il lucore del mattino.
In camice bianco s'appressa,
non è la veste di un fantasma
o il pallore del cigno,
una domanda sorvola la scena
"allora come andiamo?"
-La frase ti ruba un sorriso
temevi dicesse- "dove andiamo?

[continua a leggere...]



Nella speranza che s'incrini quella pietra

Si spezzano i fili
che tengono insieme i ricordi,
i nomi ti sfuggono
ed anche le parole più semplici
di te si dimenticano.

Fra le labbra
linea tremante e tesa,
trattieni un alito di vita,
nella gelida morsa
di questa statua di pietra.

Senti...
Guardi...
Piangi...
e come un bambino
ingoi perle di zucchero,
sfere argentee,
nell'illusione di poterti liberare
da questo corpo,
co

[continua a leggere...]

   17 commenti     di: Vilma



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Malattia.