PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia sulla malattia

Pagine: 1234... ultimatutte

La nascita è la fine

Qualcosa è dentro te.
Si è incanalato nel tuo membro
senza che tu lo programmassi.
Lui cresce,
si nutre della tua stessa carne.
Si fa sentire,
perché tu
non possa dimenticarti di lui.
La sua vita
è il tuo malore.
Ti senti debole.
Il tuo corpo
è cambiato.
Come una fedele
ti avvii verso questa processione
e i mesi passano.
L'attesa
è il filo conduttore
della tua speranza,
la

[continua a leggere...]



La mamma

Nella stanza senza colore
un ronzio sordo soffia l'aria.
Qualche voce passa, rumore
un letto freddo come una rotaia
(promette che passi il dolore).

<La senti, mamma, la mia mano?>
Ricordo le carezze col sorriso
a volte mi son voltato, ero bambino
ora dormi, col dolore sul viso
(resto con te, qui, vicino).

Ti aiuto a volare. Amore ancora
tu ne hai, ne ho bisogno
come sempre, come al

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Paolo Venturi


Navigatore Errante

Nel buio più profondo
navigando per mari sconosciuti
la nostra mente ci abbandona
nessuno da tener per mano
solo noi stessi
l'abbisso ci sorride
la terra sembra lontana
lungimiranti del nostro credo
prima o poi la spunteremo



Bestia nera

Un grosso ragno nero sulla sua tela sta,
attende con pazienza la preda che verrà..
Non sa di che colore, che forma o dimensione,
ma sa che in quel momento avrà la colazione..

La nebbia della notte cela il suo respiro,
nascosta tra le ombre
osserva il suo obiettivo..
Fetida è l'aria e gelido è il suolo,
quando questa bestia è nei paraggi
non si ode alcun suono..

Povera falena ne

[continua a leggere...]



Il trapasso

Affondavi in pallida stanchezza
e sorridevi tacita alla pena,
in malinconica dolcezza lambivi
le opache pareti di febbre.
Svanì il mondo di vacue figure;
era un non essere lì, un niente,
oppure tutto, un diventar più forte.
Era uno sconfinato mare vuoto,
era l'abbraccio freddo del nulla.
Cadesti. Ora anche il tempo tace.
Nell'incredibile moto del tunnel
corsero interminabili spazi.

[continua a leggere...]

   7 commenti     di: Anna Cervone



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Malattia.