PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia sulla malattia

Pagine: 1234... ultimatutte

Il buffone è un uomo serio

In ospedale
gente che sta male
in cerca di una cura
che scacci la paura.

Con una smorfia sarai macchietta
ti inventi una scenetta
un ghigno, una finta caduta
che possa suscitare una risata.

Forse speranza che si spande
un battito che accende.

Poi la sera la luce si spegne
e nel buio lui piange,
non lo sa togliere e gli secca
quel che lo scrittore chiamò
maligno "fiore in bocca

[continua a leggere...]



Se stai male

Come fa il sole a sorgere dopo la sera?
Come fanno le stelle a splendere in una notte nera?
Come può l'arcobaleno sorgere dopo il temporale?
Ricordati allora che splenderai ancor di più dopo questo male.
Non ti abbattere per una passeggera sofferenza,
presto riavrai la tua raffinata eleganza.
Non te la prendere per una isolata disgrazia,
presto avrai di nuovo la tua fine gra

[continua a leggere...]



Intrecci

intrecci di fili
I tubicini intorno a te
Intrecci di fili i ricordi nell'anima
Il tuo sguardo vivo dov'è?
A rincorrere i sogni e le speranze di ieri
O a leggere il libro dei ricordi dentro all'anima
Ti parlo
Non senti
Forse sei già a seguire il tuo volo
O forse fingi di non sentire e di non vedere
Le lacrime costrette da un nodo alla gola
Non sei più tu
non sono più io
Quando insi

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: laura marchetti


Nel Nulla

Affondo nel nulla
Disseto la mia vita
Nel nulla muoio
Nel nulla osservo

Questo male
Doloroso ed intenso
Incurabile per desiderio


Fosse questo istante
L'ultimo di migliaia
Ancora non sorriderei
Amerei nel silenzio

Questa atroce malattia
Figlia degli dei
Madre del dolore


Sconfitta reproba anima
Condannata dal sacrificio
Tradita dal proprio Dio
Tratta in salvo dal maligno

[continua a leggere...]

   6 commenti     di: Shabui.


Letto di croce

Letto di croce
il mio corpo
ormai vita sfuggente.
Grido senza voce
parole senza risposta
e attendo
un sogno di libertà.
Sospesa
tra inutili speranze
condannata alla vita
quando già la morte
mi abbraccia.
Pace nella Sua volontà,
ma ancora
mi crocifigge l'uomo
ancora aghi
come chiodi
che mi negano dignità.
Dio mi ha chiamata,
mi vuole a se,
perché
tu uomo
mi neghi il Suo

[continua a leggere...]

   6 commenti     di: marinella addis



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Malattia.