PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia sulla malattia

Pagine: 1234... ultimatutte

La valigia rossa

La tua valigia rossa,
profumava di speranza,
di viaggi,
arrivi e partenze.
Avevi riposto il futuro
che ogni volta appendevi,
con i tuoi medicinali,
con la lista della spesa,
con l'enigmistica amica
tua fedele,
incognita, domanda,
lasciata a metà, la vita.
Quando le sue ruote fedeli
come un cagnolino seguivano
i tuoi passi
e coloravano di rosso
il pallido di stanze asettiche,
sco

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: laura marchetti


Ho paura di non saper dire addio

Apro gli occhi... intorno a me il silenzio.
L'aria è stagnante, respiro a fatica
e non basta aprire le finestre.
Vorrei fuggire da questa realtà,
ma incollata sono, ogni giorno
a questo bianco e gelido letto.
Umide scie solcano il volto
mentre cerco fiato da respirare
per non soffocare in un singulto.

Doloroso sarà vedere il mondo
proseguire incurante del fatto,
che io non ne possa

[continua a leggere...]

   11 commenti     di: Vilma


Cancerosa

È nell'aria il nemico
nelle fluttuanti onde magnetiche
nelle polveri fini
dell'agognato benessere
che arriva subdolo
a deliziare e devastare i polmoni.

È sulla terra
nei frutti succosi
polposi di sole ed estrogeni
che scendono nelle nostre
gole vogliose
ad irradiare lo stomaco
di melanoma e ristoro.

È nel mare
nelle acque delle isole di sole
sulle piume di uccelli
e nel

[continua a leggere...]



Notte sbranata

Si prepara una notte
Sbranata, funestata dalla fame
Di cibo, dalla fame di libri:

come l'attraverserò indenne?

Valeria, appari ora con la fiaccola
Della notte, appari fiancheggiata di ali
Fiammeggianti, conducimi ai roghi paradisiaci.

   4 commenti     di: roberto volpe


Il matto e le Crocule

Lo sento, quando torna tardi la sera
sento i suoi passi pesanti sulla mia testa,
musica assordante
stesso ritmo nella sua mente di spine.
Lo sento gridare, piangere,
bestemmiare lo stesso dio
dopo averlo pregato.
Ascolto nel silenzio il suo dolore
la voce sua roca, inibita, narcotizzata,
"enfatizza la droga"
con i polsi legati al tempo.
Blasfemo, irriverente
odia la vita, la respinge.

[continua a leggere...]

   27 commenti     di: Dolce Sorriso



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Malattia.