username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie dedicate a lavori e mestieri

Pagine: 1234... ultimatutte

Dramma da artisti

Dentro la tela sta assorto il pittore.
In giro si dice che impressiona
ogni vuoto che trova.
È vecchio e dal polso malfermo
per rincorrere forme e contorni,
sciaguatta il pelo di martora
e ne estrae fantasmi
di colori informi.

Quanto greve languore
si stende dal polso alle dita brillanti
e infanga un bianco purissimo:
ma è esprit de finesse,
dice chi conta.
Dentro i toni sbavati

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: Michele Storti


L'uomo d'argilla

Il vecchio stazzone
lo ricordo ancora,
aveva il suo centro
nel pozzetto dell'impastatrice,
dal suo marchingegno
partiva una lunga pertica;
quella la spingeva
un uomo forte.
Per impastare l'argilla
in una vasca scendeva
a gambe nude, mio zio
e mestava la mauta:
lui era un uomo d'argilla!
Le sue gambe sembravano
cilindri di creta
prima lucenti e fresche
piene di vita
infine diventav

[continua a leggere...]



Un po'di sana cattiveria

Non straziarmi con sciocche considerazioni,
comprendo l'apparire,
ma non esagerare con la forma

non esiste busta,
seppur stupenda,
da non essere stracciata per estrarne il contenuto

viviamo in un mondo di apparenze,
tu lo sai è il tuo lavoro,
ti ci crogioli dentro a fuoco lento,
per poi essere bella rosolata

io sono la Creativa, affermi,

ma se proprio devo dirlo,
se dobbiamo d

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: cesare righi


Mattino agreste

Al primo cenno di materna face
s'anima il bosco, splende la pianura.
Il contadin si leva, il mondo giace;
odierne cure attende la coltura

nei campi, tra sudori mattutini.
Contemplano il lavoro gli uccelletti,
smaniando per i semi, i quieti equini
e i sauri sovra logori muretti.

Come alto rito si consuma, attento,
lo sforzo degli onesti laboriosi
che impiegano speranza e sentimento
a

[continua a leggere...]

   16 commenti     di: Alessandro


il gioco crudele del non-ritorno(.. a Filippo Raciti)

Tutto è come
quando ero bambino
prestavo i miei soldatini
di piombo
belli
divise impeccabili
non tutti
venivano restituiti.
Si assottigliava
la collezione
ogni giorno
non rispondeva
un soldatino all’appello
non era un “marca visita”
perso sul campo
in una battaglia
chiamata
gioco del calcio.
Mentre le famiglie
si stringono
nel muto dolore
un altro soldatino
in qualche

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di opere su lavoro e mestieri