PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sull'odio e rabbia

Pagine: 1234... ultimatutte

Tragedie da sempre

Continue correnti
sbattono
cadaveri
sul fondo del mare.

In questo, nel prossimo
e nei secoli passati.

E il loro grido è
ingiustizia!
Ci avete ingannato!

Siete semplicemente
dei bastardi,
burattini guidati
da un grande complotto.

Oppure, più stupidamente
e miseramente
economicamente corrotti
nella vostra anima.

Chi prega la bimba
rimasta incastrata in quelle scale
m

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Raffaele Arena


E loro ridono

E ti inculchi in te stesso
non riesci a rimembrare
una volta sola
una volta soltanto
in cui l'uomo,
padrone del suo destino
abbia saputo amare
la terra su cui vive
abbia saputo donare
un grazie per la sua esistenza
abbia saputo sprecare
un secondo del suo tempo
ed osservi
i nuovi dei del futuro
che infuriano per padroneggiare l'aria
e come un fiammifero bruci
non potendo che gua

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Davide Cardani


Tutto tace

Tutto tace anche le malelingue
non mi dispiace ma nel silenzio
c'è aria di abbandono non mi
fido di nessuno. Tutto tace
e io mi sento solo anche il
picchio ha smesso il suo pic pic
c'è ancora tanta gente che
osserva ma non dice niente.
Tutto tace in un silenzio
pieno di veleno chissà se
qualcuno sopravviverà
all'odio represso di
questa strana società.

   3 commenti     di: vincent corbo


Il male

Ho visto il male di persona
E devo dirlo, non è brutto
Al contrario, è affascinante
Ti cattura con parole affabulatrici
Pronunciate con voce diretta e squillante
Parlando leziosamente di se
Trasformando i suoi difetti in virtù
I suoi capricci in simpatici scherzi

Il male non fa cattivo odore
Anzi, emette un profumo piacevole
Penetrante essenza che dalle narici si radica al cervello

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: Germano Venturi


Per niente

Entri
qui
ora che vuoi tu
stenditi pure
senza neanche salutare
vuoi tutto
pronto
come i bambini
forse vuoi qualcosa
che io non afferro.

Arrivi ma
non saluti nemmeno.
Sei
a quattro passi da me
ci divide
la porta
e ti sento
mentre dormi
steso sul divano.

Mi fai arrabbiare
e non solo a me
perchè
non mi cerchi nemmeno
ma non mi importa
neanche di vederti
perchè
oggi

[continua a leggere...]

   9 commenti     di: Giuseppe Tiloca



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Odio.