PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sull'odio e rabbia

Pagine: 1234... ultimatutte

Non odiare

Gli occhi ti divoreranno,
si mischierà la tua vita con il fango;
Oh creatura misera e spenta,
non dannarti dell'odio che ti gela.
Non consumar le tue ore
per inseguire quello che per te
la vita non spera,
lascia alla gente il loro destino
e vivi di tuo... il tuo cammino...
perchè se odii non sei cattivo
è l'invidia la tua nemica...
alza gli occhi e mira il tuo obbiettivo.



... e invece sono come gli altri

Per tutta la vita ho provato a rendermi differente
e differente mi sono creduto,
perché questo mondo mi ha creduto perdente
e perché questo mondo non m'è mai piaciuto.

E invece mi ritrovo a odiare come gli altri
mi ritrovo uguale nella cosa peggiore
mi sorprendo a odiare e gioire
gioire del male di chi mi porta rancore.

Mi ritrovo uguale agli altri
e di questo ho terrore.

   0 commenti     di: Fabio


Cuore

fermatevi un attimo, guardate dentro di voi, ascoltate il vostro cuore………………………. silenzio. nessun battito, nessun dolore, nessuna lacrima dentro sé. ma allora cos’è quel battito accelerato quando lo vedete?, quella sofferenza quando vi accorgete che non sa nemmeno di voi?, e quel dolore quando capite che non ci sarà mai per te, ma solo per l’altra?. soffocate le vostre lac

[continua a leggere...]



Makumba

Ti immagino nel buio,
concentrata ad odiarmi,
con uno spillone in mano
ed un pupazzo di cera.

Sai dove infilzare,
e non di certo al cuore,
perchè potrei morire
e tu infiorare la mia tomba.

Hai fatto una makumba,
carica del tuo rancore,
perchè pensi di goderti
lo spettacolo del mio dolore.

Non so come finirà,
e se il tuo odio sibilante,
mangerà il mio cadavere,
disteso nell

[continua a leggere...]

   11 commenti     di: Pablo X


Quando sarò morto potete scannarvi tra fratelli

"Quando sarò morto
potete scannarvi tra fratelli"
disse il padre al figlio
mostrandogli il vero volto
certo dell'eterna omertà.


Come lepri scappano
fuggendo dalla loro storia,
per timore dell'altrui opinione,
codardi senza venia e pace.

Nascosti nei loro "palazzi" deserti
svergognati
malediranno la loro storia
e l'infame che non ha taciuto.

Non si può gettare fango per dece

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: Marco Bazzato



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Odio.