PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nervo scoperto

chiudo gli occhi e non ascolto, adesso,
perché alla televisione
un comico sta ironizzando
sul dolore perfetto della pazzia.

la stanza silenziosa scioglie
gli stress in uno spazio
di mitigata rilassatezza,
solo un ronzio, in fondo,
lì, sulla scrivania...

la pazzia è perfetta
perché non è umana.

a volte penso che ci siano
questioni talmente sacre
che non si dovrebbe fare
dell'ironia...

potrei anche irridere me stesso
se solo non avessi
questa voragine nel fondo dell'anima.

il dolore va trattato con cura spirituale,
è di tutti, lo condividiamo come
il sangue vivo della terra

e io divento molto irascibile
quando si scherza su certi dolori.

è anche troppo semplice
spegnere il televisore,
ma la natura sprezzante degli uomini
non si può spegnere
e cancelli bui sui i miei occhi
crescono.
perfetti, quasi divini.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0