PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Acqua calda

Ti spaventa il rumore improvviso?
Nel caldo accogliente della tua casa
e delle tue certezze,
sei imbottigliato in un traffico emotivo
e nemmeno te ne accorgi?

Non ti accorgi che c'è qualcosa che non va?
In questa calma apparente,
in questa palude di intenti spenti?

Mi stringi la mano
ormai priva di calore
e finalmente mi dici: "E allora addio!"

Finalmente hai scoperto l'acqua calda:
tutto si è sfreddato.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 09/11/2016 06:45
    La calma di un addio, un titolo alternativo così d'emblée... che ne pensi?
  • silvia leuzzi il 08/11/2016 10:37
    la scoperta dell'acqua calda in un addio, solo tu potevi fare un simile accostamento, logico e tragico proprio come l'acqua calda che scotta e lascia segni a volte indelebili. Un abbraccio nipotino

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 09/11/2016 14:04
    Accostamento originale e davvero interessantissimo. Molto bella da leggere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0