PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Feticismo per l'unità

Ho un feticismo per l'unità, stasera
Mentre ti guardo fremere
Dentro te stesso un vortice, gigantesco
Io solo so quanto detesto la staticità.
Nella mente il riflesso di un luogo stabile
Quando nelle iridi tu brilli.
Una meraviglia da osservare
E sarebbe un successo universale
Se fosse essenza per noi
Facile da captare.
Stasera tu brilli e dentro agli occhi
Rimani
Nelle mani
Appena tremi
E sull'addome
Un respiro trattenuto
Ora rilasci
Ora mantieni
Son la realtà dentro la quale vieni
Infinito esemplare di spazi eterni
Dai quali mai entri
E mai esci.
Stimolo la coordinazione
Senza a fondo conoscerla
Un piacere nucleare
Va nel profondo
Poi
Mi volto.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/02/2017 08:23
    MIRABILE... PEL SUO ARGUTO PENSIERO POETICO.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 14/02/2017 10:48
    Molto bella. Una poesia piena di pensieri ed immagini.
    Mi è piaciuta tanto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0