PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Grottesco

Ci hanno lasciati ancora vicini,
siamo due scomodi pupazzi
che sperano in una scarica elettrica.
Che il cielo ci fulmini.
Scivolo e ti poso la testa sul ventre.
Tu non mi guardi
e non puoi accarezzarmi,
ma non lo dici.
Certo che capisco.
Immaginiamo che sia..
Grottesco è il nome che si da,
nei pomeriggi piovosi
su divani polverosi
agli eventi inventati
che ci scoprono
impotenti.

Un fulmine che ci rimbalzi per il cervello.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0