PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu mi spaventi

M'introduco nella tua tana
per restituirti al mondo,
trovo soli embrionali
e fango sul fondo.

Cerco una bambina
dai toni spettrali,
con la pelle macchiata
e storta nella spina.

Ad un tratto ti sento
ti volti e ti vedo:
il sibilo, la lingua, i denti
mi hai attirato in...
un covo di serpenti!

Mi strisciano alle caviglie
come viscide e sudice figlie
dell'inconscio incontrollato,
ma ad un tuo cenno si ritirano
e mi ritrovo salvato, da un gigantesco
boa giallo maculato.

Cercavo una bambina
dai toni spettrali
con la pelle macchiata
e storta nella spina

Ho trovato le mie paure,
soli embrionali
e fango sul fondo,
lo scenario delle visioni oscure
dove tu nuoti e io affondo.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio il 03/12/2017 11:29
    Sempre bmolto forti e belle le tue poesie.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0