PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Arum Italicum

Sciolta l'ultima neve marzolina
sulle rive del fossato maestosa
torna al ciel mostrar l'ampie
verdi foglie la selvatica calla
e a giugno lì vi sarà di rosso
color una esplosion vivace
di rosse lucenti rosse bacche,
invan lacrime calde attende
la primula dell'amor, perenne
è quel gelo qui nel cuor creato
da parole d'addio qual neve
nera su bianco foglio lì gettate:
non un rosso fiore a primavera
che avvizzito morto sarà il fiore!

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0