PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Eri bello anche con gli occhiali

Dammi la mano, Michele,
voglio salire su quel ponte
e asciugarti quegli sputi,
dirti che eri bello
anche con gli occhiali
e voglio volare con te
tenendoti per mano.

Ti chiedo perdono
per non esser stato lì;
ti chiedo perdono
per non aver sentito
i tuoi pianti sommessi
chiuso a chiave nella stanza
mentre lacrime scivolavano sui libri.

Fanno male le parole,
più degli schiaffi e degli sputi,
tu cadevi ogni tre passi, dicevano,
loro cadevan senza camminare
perché si sprofonda quando
si deride, si schernisce, si ammazza
chi non ha armi per difendersi.

Tronfi della loro miserabile superbia e
della loro tracotante parvenza di normalità
cammineranno ancora per le strade,
feriranno forse qualcun altro
o chiameranno troie le ragazze
convinti della loro onnipotenza
e della loro insulsa e falsa mascolinità.

Tu sognavi carezze di ragazze,
tu cercavi parole d'amore e di bontà,
tu volevi esser pasticciere
per rendere più dolce la tua vita,
ma hai conosciuto solo il sapore
amaro del fiele e del livore
e il disinteresse colpevole dei grandi.

Ti abbraccio, piccolo Michele,
perché nell'inferno che è stata la tua vita
hai trovato finalmente la tua pace,
hai chiuso i tuoi occhi stanchi di soffrire
per aprire gli occhi a tanti che li hanno chiusi,
hai portato con te i tuoi sogni di ragazzo
per regalarli a chi non si è stancato di sognare
un mondo senza sputi e senza cattiveria,
un mondo dove chi è stato sfortunato
abbia il posto più caro nel cuore della gente.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio il 28/03/2018 18:03
    Molto bella. Mi ha Commosso. Scritta con genuina sensibilità.

1 commenti:

  • Marysol il 23/03/2018 01:16
    Ma è una storia vera questa... quanto dolore in questo scritto, e quanto amore sincero!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0