username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il dolore privato è pubblico

Non sono stata mai così male...
e ci penso e soffro senza confini
che non ci domandiamo mai
cosa succederebbe se,
cosa accadrebbe se
e alla risposta è sempre meglio non pensare
la futilità è grigia colorata della cosa
con cui tutti i giorni ci schieriamo
per non essere contro armonici di colore
dei toni abitualmente sociali
poi perdiamo tutto, la vita
e quando siamo senza
ci domandiamo perché ci sentiamo
perché ci salutiamo
mani vuote
che abbiamo fatto?
ma la risposta che abbiamo e che ci assilla
è soltanto: abbiamo realmente perso
ogni cosa
e tutto il resto è fumo che brucia
dalle nostre ossa
non comandate
avviene e proviene
da
tutto quello che di importante
avevamo dimenticato

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0