username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Allo scoglio Corvaccino

Avanti il sole per faticoso sentiero
cade la frana e scivola lo scoglio

Grotte di fate
labbra scolpite nella roccia
perle di sogni cucite nell'azzurro.

Meglio di autunno che si è fatto silenzio
svestiti gli anni vado là verso il Corvaccino
a sfare gomitoli di cielo
dove emergono cime di scogli
e case di gabbiani.

Anche questa mattina
sono loro ospite
in silenzio discorrono i pensieri

 

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0