PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla politica

Pagine: 1234... ultimatutte

Un uomo chiamato Che

C'è stato un uomo un tempo
che stava con chi perdeva
che lasciò uno stipendio da dottore
per la miseria
e la comoda vita borghese
per una capanna nel bosco
c'è stato un uomo un tempo
che credeva nella giustizia
che ogni frutto che dava la terra
fosse un frutto di tutti
credeva che tutti dovessero lavorare
ma che nessuno più
dovesse avere fame
credeva che la libertà
fosse un be

[continua a leggere...]

   5 commenti     di: Claudio


Il palazzo reale

Nel cortile del palazzo reale
piante secche e imputridite
uno stagno artificiale
che impedisce nuove vite.
Dalle acque malsane
all'improvviso emerge
un giovane alberello
il verde clorofilla
di quel goliardico spiritello
accende una scintilla:
"revisione di ogni legge
e pulizia del giardino".
Pensiero divino!
Il giardiniere pota
ma la cesoia non taglia
non sradica
le radici dell

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Terry Di Vetta


La nostra ruota

Dei servi
non possiamo parlare
figuriamoci agire
sempre e solo subire.

Ingenuità politiche
assurdità istituzionali
solo menzogne
ormai è diventato abituale.

Delle gabbie
hanno occupato tutti gli spazi
come criceti
possiamo solo girare la nostra ruota
la circolare vita
limitati
sempre stressati
sotto tiro
schiavizzati.

   0 commenti     di: vasily biserov


Ai Grandi di ogni Nazione

Un foglio bianco,
una frase scritta a metà,
poi più nulla.
Là, tra le tante avversità,
affiora un pianto:
"un bimbo senza culla
abbraccia il suo orsetto,
l'unico suo affetto."
È difficile trovare le parole,
per descrivere un emozione,
forse è più facile con una canzone,
potere della musica,
chiave universale,
che apre ogni porta,
e permette a tutti di entrare.
Un bimbo, ta

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: Terry Di Vetta


Pecore

ammassate l'una sull'altra
ad inseguir pensieri altrui
- inerziali archetipi privi di scintille -
oltremodo attente a brucare
il proprio succulento metro quadro

onda lanuginosa
barcollante al moto del pecorone
che insegna l'opportuna assenza di ideali
a tartassati velli
ignoranti di morali

in attesa dello sgozzo
nell'anonimo finale
d'un prelibato scottadito




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sulla politica, pensieri e frasi sui ai politici