PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla politica

Pagine: 1234... ultimatutte

Partito Democratico

Nervoso
a volte lo sono
ma tu
sei il perno
la vita e
speranza
di governo,
sei tu
a creare
dopo decenni
fantastiche gioie
su più tematiche,
universale socialismo
batti forte,
europeo, laico e
ad arte, cultura
fai,
non pensare a
chi gioca per perdere
ma proteggi
le minoranze
specie belle,
idealiste
con la sapienza
di chi sa
tollerare,
amministrare
meglio di
orrendi

[continua a leggere...]



Comunque, vada

Scivolando per i sentieri urbanizzati
della silente città,
ecco scampanare, l'ora del richiamo.
Ma le porte continuano a rimaner chiuse,
le luci delle case ancora spente,
il gatto silente ma non dormiente
persevera nell'osservare lo spazio
ancora vuoto
di una rivolta che non vuol arrivare.
Comunque vada,
è stato detto,
comunque vada è stato urlato.
Ma le parole si disperdono nel ven

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: Marco Barone


Novantadue

Quei panni stesi al vento,
ad asciugare le lacrime di tante sere,
versate in questa contrada, com' un popolare accento,
vissuto in silenzio, perché tante le lacrime vere
lambire ogni strada ed ogni lamento,
sin dai più bassi versanti e dalle viuzze più sincere,
dove sentir il sole scaldare a stento,
le cui luci, quaggiù, dileguandosi altere,
eccole scemare senz'alcun se

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: Cal laral


E quanno ce vo ce vo

Caldi complimenti
ai forza italioti
grillini
nuovi centristi
vecchi centristi
leghisti
fascisti
ed estremi sinistrorsi,
per l'eccezionale successo
da lor signori conseguito
nella recente consultazione.
Il vaffa stavolta
l'hanno espresso gli elettori.
Il resto so solo chiacchere.

   1 commenti     di: Auro Lezzi


Tempi muderni

Vitti la povira genti
di tutti li nazioni
farisi ammazzari
appressu 'na bannera,
l'omini putenti
cutiddiarisi a sangu
p'aviri cchiù putiri
pi fari travagliari la genti
jornu e notti.
E vitti lacrimi di sangu
scurriri a sciumi
virsati da vicchiareddi
stanchi e abbannunati.
Chi tempi sunnu chisti nostri
ma semu veru arrivati
a lu Dumila o è fantasia?
La genti ama sordi e binessiri

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sulla politica, pensieri e frasi sui ai politici