PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla politica

Pagine: 1234... ultimatutte

C'era una volta in Val di Susa

Valli incantevoli
agricoltura
solidarietà
chiunque si inchina alla bellezza
alla maestosità del luogo
tranne voi.

L'uomo si adatta
edifica in discreta misura
senza disturbare l'ordine
e lo fa chiunque
tranne voi.

Sempre in piedi
in difesa di forze maggiori
per garantire al paesaggio la distruzione
per favorire alle malattie la diffusione
per indire la catastrofe
voi, cari pol

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: vasily biserov


Antisociale

un tempo per sognare
tutto ti appare in modo lucido a tratti sbiadito
la forza si incunea nella mente
si dissolve in tutto il corpo
si fa strada plasma la coscienza
prende forma nel tuo sguardo
nelle tue espressioni
elabora mondi alternativi
pensieri divini che infiamano l'anima
attraversano la tua mente
il tempo e' una realta' una dimensione
una visione del passato del futuro
un fran

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: michele tuveri


È meglio esser un onesto populista che

Politicanti da strapazzo,
impegnati nel sollazzo,
per la patria non fanno un "mazzo"
impegnati come sono,
a farsi i "mazzi" loro!
Attaccati alle poltrone
che non vogliono lasciare
solamente per il loro
tornaconto personale.
Son tutti contro tutti
se si parla di disonestà
e ciascuno punta il dito
contro gli avversari
dell'opposto partito.
Ma se di loro, qualcuno,
con le mani nel sa

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: stelsamo


Ridi pagliaccio

niente di nuovo nessuna sorpresa
nel cassonetto stracolmo di merda
su cui s'erge fiero e impunito
ad illuminar di nera soverchia
genti grigie di tubo catodico

dalla madonnina storpiato
il sorriso incombe furente
benedicente arroganza mediatica
che elargisce come fosse papa
dal trono di stucchevole fece

nel palazzo del popolo sovrano
invaso da ministre prepagate
e ornato come b

[continua a leggere...]



Circo Barnum

Siamo ballerini mutilati
sul palcoscenico della precarietà
con in testa il sogno
della stabilità
mentre chiudono le fabbriche
mentre crollano le borse
mentre chiudono le fabbriche
impazziscono le banche
... e non partoriscono più le bambole

Siamo la generazione
della grande disillusione
diseredati dai domani
costruiamo il nostro futuro
su certezze interinali
sotto nuvole tumorali

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sulla politica, pensieri e frasi sui ai politici