PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie su temi della società

Pagine: 1234... ultima

Il grido degli angeli

Le donne violentate sono
come angeli tristi
dalle ali abbassate.

Il viso, un tempo sereno,
si tramuta di colpo
in una maschera
grigia di paura
e la musica che aleggia
intorno a loro
ha le note della morte.

Non riescono più
a volare in alto
ma strisciano a terra,
nascondendosi dietro
l'ombra della vita.

E dal loro arco
non saettano più
frecce d'amore
ma grida disperate,

[continua a leggere...]



Assenti sguardi

Assenti sguardi
prendono forma
una forma strana
impalpabile
S'aggiustano
posizionando l'obiettivo
con il diaframma
che si inceppa
ai primi scatti
alle prime pose
e si tormentano
in volti tirati, spenti
che faticano a distendersi
neppure se sono soli
o si specchiano
quando l'anima è pronta
per scacciare i dubbi
la fiducia perduta



BAMBINO DI BESLAN

Stringevi forte quella mano, quella mattina;
quella mano che tante volte ti aveva accarezzato,
dato da mangiare, messo a letto: la mano di tua madre.

Era il tuo primo giorno di scuola;
tanti bambini, come te, mano nella mano,
aspettavano di fare una gran festa.

Le maestre, sorridenti, aspettavano i loro nuovi bambini,
i nonni, orgogliosi, guardavano felici i loro nipotini.

Non credev

[continua a leggere...]



Quando l'amore cambia volto

parole dolci come il miele
vagano sperdute nella mente

ricordi di quando le dita
sfioravano dolcemente
e lo sguardo con amore accarezzava

le mani non facevano paura
e le braccia cullavano le notti
che ora insonni cercano invano
immagini che non riescono a trovare

quando l'amore cambia volto
è gelo che giaccia ogni pensiero
inverno che nulla risparmia
e tutto cancella

sch

[continua a leggere...]

   8 commenti     di: Vilma


Diatriba instrumentum et detractores sui - Diatriba tra il telefono e i suoi detrattori

Quaesquid?
Nomina, sine vultum
regardemur
Instrumentum, eloquens:

Antique dictuus
nos dicitur:
"Omnes regina, avulsit,
ne potest
umilis servae."

Plurique, invicem, veritas
superne ignoscet.
"Nos, fortitudo protecti,
in contumelia favellis
habuemus.
Quod personam extimemus
intima paries violatur."
Sed instrumentum dicet:
"Fatuae gentium,
audite:
miserabilis silentium
aure

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Altri temi sociali.