username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla solitudine

Pagine: 1234... ultimatutte

Piccoli siamo

Arriva da un punto preciso
da nord avanza e riempie di grigio
si fugge è normale
credete che Bosch non l'avesse sognato
il cielo che in salvo ci appare?
quella sfera fantastica d'orizzonti privata?
su un giallo edificio invecchiato
si legge smarriti una scritta... Honhof
eppure è la vecchia stazione dei treni dove al mattino
si comperava il giornale.

   2 commenti     di: alberto accorsi


L'altra

Come una stanca nuvola
si dilegua nel cielo minaccioso
tutto si oscura
davanti ai miei occhi.
Mi inebrio di quella luce
accecante
che mi costringe
a sprofondare in un abisso,
dove il dolore
è lancinante
e come una pugnalata
trapassa da una parte all'altra.
Dentro il silenzio,
l'ombra di una solitudine tormentata.
Mi volto
ed è lì,
muta a guardare
il mio viso pietrificato,
la

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Giovanna Cento


Nel cosmo solo

La solitudine, questo piccolo grande vuoto che sotto sotto, sotto è presente.
Che mi acceca e mi paralizza.
Ma in superficie mi muovo,
come fintamente.
Muoio e mi trascino.
Chiuso è il mio orizzonte,
spenti sono i motori,
e mi trascino
fintamente.
M'ancora Quell'energia casuale o causale mi vieta la fine
ma fino a quando?
e perché?
Uscire di sé
o entrare in sé?
disperder

[continua a leggere...]



Pianto e solitudine

Piangere.. Quell'operazione stranissima che avviene quando meno te l'aspetti..
Ti assorbe tutta la tua energia, eppure ti fa sentire vivo..
Ti svuota l'anima ma ti riempie di libertà..
Chi potrà impedirmi di piangere?!
Il pinato è il leggero e profonfo sfogo dello spirito.. È il respiro dei sentimenti.. Avolte piangiamo senza nemmeno sapere il perchè.. eppure ci viene così istintivo e na

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: george nazeir


Come un pugnale

Sai, a volte
la paura
é alle mie spalle:

una porta
che sbatte;
uno sguardo
invadente;
il rumore del
mio respiro
trattenuto.

Una tenda ingiallita,
dimenticata lì, sola,
nel luogo della
sterile quotidianità,
ferma nell'eterno sfuggire.

Cerco una mano,
ma ci sarà chi già la tiene.

Paura di me,
di loro, ma
ancora di più
di me.

Alle mie spalle,
come un pugnale.

   6 commenti     di: Luana D'Onghia



Pagine: 1234... ultimatutte



Cerca tra le opere

Poesie sulla solitudineQuesta sezione contiene poesie, pensieri e riflessioni sulla solitudine, poesie sul sentirsi soli